Tavian presenta Udinese-Genoa: la partita si deciderà a centrocampo

Tavian presenta Udinese-Genoa: la partita si deciderà a centrocampo

Tavian: “Quello di cui la squadra ha bisogno domenica non sono solo i punti, bensì dimostrare innanzitutto a se stessi, prima che agli altri, che è assolutamente in grado di attuare un gioco solido, sicuro ed efficace”

di Redazione

Marco Tavian, allenatore e noto opinionista di Udinese Tv, presenta la partita chiave di questa prima parte di campionato: il match con il Genoa infatti, è l’occasione per dimostrare che le scelte adottate dalla dirigenza, accolte con tanto scetticismo, siano in realtà frutto di accortezza e lungimiranza.

Mister, il gioco del Genoa tende a pressare le vie del centrocampo per arrivare in area, soprattutto con dribbling molto stretti e veloci che fanno male ad una difesa non al top. L’Udinese è in grado di neutralizzarlo?

Quello del Genoa è un centrocampo di gamba e di tecnica, soprattutto non fa gioire i tifosi bianconeri il rientro di Bertolacci che, dopo i vari infortuni e la deludente parentesi al Milan, vorrà affrontare l’Udinese con tanta voglia di riscatto. Dobbiamo dire però che il centrocampo dell’Udinese è altrettanto valido. Domenica pagherà forse le diverse assenze per gli impegni dei giocatori con le rispettive nazionali il che ha lasciato poco tempo a Delneri per combinare i tasselli dei vari reparti, tuttavia guardiamo il lato positivo della cosa, avere tanti elementi nelle nazionali rappresenta un alto indice di talento presente nella squadra.

Chi è l’uomo chiave del Genoa da temere in misura maggiore?

In realtà non c’è un uomo chiave da temere, ma un gruppo compatto dotato di una mentalità rapida e un gioco veloce che gli permette di raggiungere un’ottima media di tackle riusciti e di tiri in porta. Tallone d’Achille dei genoani è invece la difesa, sicuramente non imperforabile. Quello contro il Genoa è un match molto atteso, è strano parlare di partita chiave a inizio campionato, ma quello di cui la squadra ha bisogno domenica non sono solo i punti, bensì dimostrare innanzitutto a se stessi, prima che agli altri, che è assolutamente in grado di attuare un gioco solido, sicuro ed efficace.

La media del Genoa dei passaggi a buon fine risulta attorno al 84%, con Juric quindi è un gioco a memoria

Dobbiamo infatti assolutamente evitare di lasciargli il pallino del gioco sporcando la linea di passaggio e attuando marcature preventive. Con Jankto e Fofana in via di ripresa atletica Delneri dovrà rinunciare ad uno dei due, probabilmente al centrocampista ivoriano. Torna utile in questo caso, soprattutto contro il Genoa, l’esperienza di Behrami o avere la sorpresa Barak.

Mister, ritiene che vedremo delle novità sulla corsia di destra?

Credo proprio di si, Angella si è sacrificato in un ruolo non suo ricevendo in cambio critiche ma, ricordiamolo, è un centrale che si è adattato per il bene della squadra. Larsen ha giocato in nazionale 180′ ed è quindi atleticamente pronto a scendere in campo con la maglia bianconera, dando così maggiore sicurezza a De Paul.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy