Tavian: “Se fossi in Donadoni mi preoccuperei”

Tavian: “Se fossi in Donadoni mi preoccuperei”

Marco Tavian: “Il Bologna ha il morale alle stelle, ma incontra una Udinese dalla mentalità vincente”

di Redazione

Marco Tavian, allenatore e noto opinionista di Udinese Tv, parla dell’ultimo incontro prima della pausa con il lanciato Bologna.

Mister, giustamente l’entusiasmo della squadra è alle stelle, ma non c’è il rischio che dopo tanto clamore al primo stop i giocatori si destabilizzino?

Ricordiamo che Oddo è stato chiamato per salvare la squadra. Oltre ad avvicinarsi a spron battuto alla quota salvezza che reputo aggirarsi quest’anno sui 34-35 punti, il mister è anche riuscito a trasformare il gruppo toccando i tasti giusti e regalando ai giocatori la mentalità giusta, più spregiudicata direi. L’entusiasmo paga, rende tutto più facile quindi è giusto cavalcarlo, ovviamente senza adagiarsi sugli allori, e su questo Oddo ha fatto un lavoro egregio.

Lasagna si sta guadagnando l’intoccabilità. Lopez o De Paul, su chi punterà mister Oddo?

A Lopez va il merito di lavorare affinché si creino occasioni da gol delle quali poi si giovano i marcatori come Lasagna. Il ballottaggio tra De Paul e Lopez dipenderà dalla scelta tattica del mister. Se Oddo vuole giocare con manovra in spazi più ristretti schiererà Lopez, se invece intende verticalizzare il prima possibile e giocare in velocità sfruttando le ripartenze allora opterà per De Paul.

La pausa inciderà sull’alto livello di rendimento della squadra?

Arrivare in corsa non è mai semplice per un mister che subentra. Ma Oddo ha avuto la fortuna che la pausa non arriva così presto tanto da interrompere un’euforia nascente.  L’entusiasmo è ormai consolidato per cui la pausa inciderà poco sullo stato di forma mentale raggiunto dalla squadra.  La sfortuna invece è che il mister ha sempre dovuto affrontare avversari con il morale alle stelle perché reduci da vittorie o pareggi importanti, come l’Inter o il Benevento. Aver lo stesso vinto con grande merito, senza se e senza ma, mi fa ritenere che sinceramente sarei più preoccupato se fossi Donadoni piuttosto che Oddo, nonostante la classifica le ponga alla pari.

Come ritiene che la società movimenterà il mercato invernale?

L’Udinese è maestra in questo, ricordiamo che a gennaio comprò un certo Barak e un certo Lasagna. Anche senza acquisti che suscitano sul momento il clamore mediatico, la società si è sempre mantenuta vigile sul mercato con operazioni che in prospettiva si rivelano vincenti. L’unico reparto che forse necessita di un rinforzo perché numericamente contato è quello difensivo, ma, ripeto, ho piena fiducia nelle scelte societarie.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy