Tudor: “Importante non guardare le altre squadre”

Tudor: “Importante non guardare le altre squadre”

Il tecnico bianconero commenta l’ultima importantissima sfida di campionato col Bologna nella consueta conferenza pre partita

di Redazione

Il tecnico bianconero commenta l’ultima importantissima sfida di campionato col Bologna nella consueta conferenza pre partita

E’ molto importante non guardare le altre squadre perché questo ti distrae e ti toglie concentrazione. Spero comunque che la vittoria abbia dato  fiducia e certezze. Dobbiamo guardare solo noi stessi, penso che alla fine resta chi merita.

Lopez ci sarà anche se ha avuto qualche problema alla schiena; gli altri, a parte Behrami, Balic e Angella sono tutti a disposizione.

Queste tre settimane sono sempre andato al massimo, bisogna sempre dare il 100% poiché la partita della domenica è lo specchio di quello che si fa durante la settimana. Non ho mai visto una squadra che la domenica corre e va forte  non lavorando durante la settimana. Fa piacere sapere che nell’altra partita la squadra ha corso circa 114 chilometri, vuol dire che l’impegno non è mancato.

Si sperava in una salvezza anticipata, questo non è avvenuto; ma anche se fosse stato non sarebbe cambiato nulla, avremmo affrontato il Bologna alla stessa maniera, con la stessa concentrazione e una buona organizzazione difensiva. Spero domenica i giocatori costruiscano alla stessa maniera della partita col Verona facendo gol e non concedendo niente perché questo ti dà sicurezza. Nel secondo tempo il fatto di essere rimasti più bassi è stata una naturale disposizione dei giocatori, visto il buon risultato parziale; questo però non significa subire e non esclude una buona organizzazione e presenza in area di rigore.

In questo momento la difesa a 4 dà più certezze anche se abbiamo avuto poco tempo per pefezionarla. Ci abbiamo lavorato e speriamo che con il Bologna ci sia un ulteriore miglioramento. 

Jankto e Barak non è uno di fascia di corsa è uno con un bel tiro, si è adattato, Jankto è più di spinta.

Abbiamo fatto un’analisi dell’avversario. Hanno diverse assenze e ciò può essere positivo ma non dimentichiamo che chi sostituisce avrà voglia di dimostrare un buon gioco e di mettersi in luce. Alla fine però è sempre la squadra che fa la differenza e speriamo domani di farla noi.

Non amo rivelare in anticipo le mie scelte , si vedrà domani; sicuramente confermeremo quanto di buono è stato fatto finora.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy