Udinese, Tavian: “Zapata non potevamo permettercelo, Inglese invece…”

Udinese, Tavian: “Zapata non potevamo permettercelo, Inglese invece…”

L’analisi sempre precisa e competente di Marco Tavian, noto opinionista di Udinews Tv

di Redazione

 

Le parole del Mister Marco Tavian circa la situazione della formazione di Davide Nicola:

Mister, come giudica gli errori dell’Udinese nel match contro il Parma?

Ci mancavano due pedine importanti come Pussetto e Mandragora e quando non hai cambi le difficoltà aumentano. La squadra ha fame di risultato, aveva gola di vincere e questo io, a dire il vero, lo leggo in maniera positiva. Col senno di poi è facile dire bisognava accontentarsi; se poi ci fossimo accontentati e raggiunto il pareggio, avremmo detto che bisognava osare di più.

Come legge il momento un po’ incolore di Lasagna?

Sono convinto che Lasagna si avvalerà del lavoro di Okaka. Questi è forte fisicamente e grintoso, sa giocare spalle alla porta e ha permesso a Lasagna di andare al tiro due volte. C’è da dire che il nostro numero 15 ha troppa responsabilità sulle spalle. Ora potendo giocare con più tranquillità, sono certo, riuscirà ad andare a segno.

Sempre  un’emozione, e qualche rimpianto, per un giocatore come Quagliarella. 

Fabio è un’arma letale. Il gol di tacco al Napoli è stato pazzesco. Ora gioca con più cinismo e tranquillità perché è sereno… Insomma, è superfluo dire che è un numero uno ed è un giocatore verso cui dovremo avere un occhio di riguardo.

A proposito di ex… Lei ha sempre difeso a spada tratta Duvan Zapata. Altro rimpianto bianconero?

Credo di aver sempre letto chiaro riguardo al potenziale e alle doti di Zapata, ma non lo potevamo tenere, aveva un cartellino alto per noi. La piazza lo rimpiange ma non bisogna essere negativi e farne una ragione di pancia. Invece ho da sempre puntato su Inglese, mi è sempre piaciuto e l’avrei visto bene all’Udinese… Peccato…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy