Crystal Palace – Watford 1-2 : D come Deeney

Crystal Palace – Watford 1-2 : D come Deeney

Un’immensa prova di grinta, sacrificio e coraggio per il capitano del Watford che, con i sue due gol, traghetta i suoi uomini alla vittoria in casa del Palace.

Commenta per primo!

Torna in campo il Watford a una settimana di distanza dalla sconfitta contro il Tottenham. Per gli Hornets secondo impegno consecutivo lontano dalle mura amiche di Vicarage Road. Teatro del match di oggi è Selhurst Park, South London, la casa del Crystal Palace. Entrambe le squadre, dopo un finale di 2015 ed un inizio di 2016 non proprio esaltante, cercano quest’oggi un identità di gioco e tre punti fondamentali per il proseguo della stagione. Quique Sanchez Flores lascia Suarez e Jurado in panchina preferendo Behrami e facendo esordire in Premier League Amrabat sulla trequarti. Debutto casalingo anche per Emmanuel Adebayor con la maglia delle Eagles. Al suo fianco Alan Pardew schiera Wicham per un attacco tutto muscoli e sportellate.

Il match fatica a decollare nelle prime battute di gioco. Il Palace non vince in Premier dallo scorso dicembre e la paura dell’ennesima imbarcata davanti al proprio pubblico limita i rossoblu a palloni scagliati alla cieca dalla difesa verso i centravanti. Hanno gioco facile i difensori del Watford che ingabbiano sistematicamente la coppia di spilungoni avversaria. Neppure gli ospiti, dal canto loro, riscaldano il pomeriggio ventoso e piovoso della capitale: possesso sterile ma, se non altro, ordinato e mai sprecone. Il primo game-changer arriva su gentile concessione del direttore di gara al minuto 16 quando decreta un calcio di rigore per il Watford. Deeney viene abbracciato in area da Jedniak sugli sviluppi di un corner dalla sinistra e l’arbitro non ha dubbi ad indicare il dischetto. Lo stesso capitano dei Golden Boys si incarica della trasformazione: portiere da una parte, pallone dall’altra. Il Crystal Palace prova a svegliarsi dal torpore con un esterno sinistro di Cabaye dal limite che testa i riflessi di Gomes. Il portier brasiliano è attento e devia la sfera in corner. I rossoblu si rintanano nuovamente nella propria metacampo e gli Hornets alzano il baricentro del gioco. Il vantaggio da più tranqullità ai ragazzi di Flores. Per due volte Ighalo ha il pallone del raddoppio ma se nella prima occasione è egoista a non servire Amrabat tutto solo al centro dell’area e a sparare sugli stinchi di Hennessey, nella seconda si divora il cioccolatino confezionatogli dalla torre area di Deeney complicandosi la vita alla ricerca del gol da copertina. A pochi istanti dalla segnalazione del recupero arriva il secondo game-changer. Questa volta è il Palace che, in maniera piuttosto rocambolesca e, diciamolo, immeritata, trova il pareggio proprio con Adebayor che anticipa di testa Cathcart e batte Heurelho Gomes, leggermente troppo fuori dai pali. Le squadre tornano negli spogliatoi sul parziale di 1-1.

Ringalluzzito dall’insperato pareggio il Crystal Palace scende sul terreno di gioco con un piglio decisamente diverso da quello della prima frazione. Le Eagles aumentano il ritmo e la pressione sul portatore di palla avversario e legittimano l’attuale risultato con un paio di sortite offensive ben sventate dalla retroguardia ospite. E’ miracoloso l’intervento felino di Gomes con il piede sulla rapace estirada di Adebayor. Sanchez Flores prova a correre ai ripari inserendo Abdi e Suarez al posto di Amrabat e Capoue. Insufficiente la prova di entrambi ma spicca in negativo quella dell’ex Malaga che non riesce mai ad entrare in partita. I Watford rinviene dallo spavento e crea con Ake l’occasione per riportarsi in vantaggio. Il piattone sinistro del laterale di proprietà del Chelsea viene però sventato da Hennessey. Quando il fantasma di un pareggio che accontenta entrambe le squadre sembra calare sulle ombre di Selhurst Park ecco che Troy Deeney trova all’82’ la zampata che vale la vittoria. Un cross al bacio di Watson dalla destra prolungato dai centrali del Palace atterra presso il numero nove che è tutto solo sul palo lungo; stop di coscia e destro in controbalzo che buca l’estremo difensore di casa e fa impazzire il settore ospiti. Nell’ampio recupero, poi, succede di tutto: prima il palo sulla meravigliosa voleè di Cabaye salva il Watford da un clamoroso pareggio, poi la follia del momento annebbia Souarè che entra a doppia gamba tesa su Behrami. Rosso diretto e tre giornate di squalifica come pena minima. Al minuto 98 l’ultimo brivido che corre sulla schiena dei gialloneri è una girata di testa di Joel Ward su traversone di Zaha che però termina alta. Sul rinvio di Gomes arriva il triplice fischio finale: Watford batte Crystal Palace 2-1.

Tornano alla vittoria gli Hornets in campionato. Una vittoria non meritata ma sudata e alla fine preziosissima per il morale e per la classifica. Un pareggio sarebbe stato il risultato, a mio avviso, più giusto ma la voglia e la presenza in squadra di un capitano con la “c” maiuscola come Troy Deeney hanno fatto propendere l’ago della bilancia in favore del Watford. Nel prossimo weekend torna in scena la FA Cup, al Vicarage Road arriva il Leeds United e i tre punti di oggi possono tramutarsi davvero in carburante per proseguire anche il cammino nella coppa nazionale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy