Granada, Gino Pozzo vuole persone di fiducia

Granada, Gino Pozzo vuole persone di fiducia

Tempo di riflessioni a Granada, del resto l’ultima stagione con la salvezza arrivata all’ultima giornata, ha lasciato il segno. Gino Pozzo non è stato contento di com’è andata, non è un mistero, è logico che sia così. Ora però il giro di vite: il numero uno del club vuole cambiare le cose, vuole prendere il controllo della situazione, mettendo persone di fiducia al controllo del club, sia in ambito dirigenziale sia in panchina.
Nessun divorzio (per ora) con Quique Piña, ma sicuramente un cambio di rotta. Fino ad oggi Piña ha avuto il controllo pressoché assoluto della gestione del club andaluso, da oggi dovrà adattarsi a nuove persone che dettano le regole, scelte personalmente da Pozzo.

Mai più un Caparros, per intenderci, ovvero l’allenatore che ha rischiato di portare in Segunda il Granada ed è costato una fortuna. Proprio per la panchina nemmeno Sandoval è certo di rimanere, anzi.
Il nome di Stramaccioni? Per ora appare fantasioso, ma del resto è anche vero che è stato Gino Pozzo a volerlo a Udine.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy