Alma Trieste, Prandin: “La Gsa Udine avrà voglia di riscatto”

Alma Trieste, Prandin: “La Gsa Udine avrà voglia di riscatto”

Atteggiamento prudente da parte del play/guardia veneto in vista del derby, in programma domenica a Cividale: “Ci attenderà una gara simile a quella con Piacenza. Parks? La sua presenza è in dubbio”

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Un campionato al di sopra delle aspettative. E’ quello che sta vivendo l’Alma Trieste, terza in classifica nel girone Est di serie A2 a pari punti con Ravenna e a sole due lunghezze di distacco dalle capolista Virtus Bologna e Treviso. Praticamente certi di disputare i play-off, l’obiettivo dei ragazzi di Eugenio Dalmasson nelle ultime sei giornate restanti è mantenere la posizione attuale per poter sognare in grande. E dopo il “clamoroso” ko di Piacenza, l’Alma vuole riprendere la corsa a cominciare dal derby con la Gsa Udine, in programma domenica a Cividale. Ma ci vorrà molta attenzione, come racconta a MUD il play/guardia di origine veneziana Roberto “Bobo” Prandin.

Prandin, come vi state preparando al derby di domenica? E quanto lo “sentite”?

La preparazione sta procedendo con qualche problemino. Abbiamo molti giocatori acciaccati, non sappiamo ancora se Jordan Parks (problemi al ginocchio, ndr) sarà della partita o meno. In questi giorni proverà a recuperare, vedremo. Comunque ci stiamo allenando con la massima concentrazione… E’ ovvio che sarà una partita importantissima per noi, anche perchè domenica scorsa è andata male con Piacenza, non possiamo perdere punti in questo momento.

Il ko con gli emiliani è stato abbastanza inatteso. Problemi di rotazioni corte? Di atteggiamento sbagliato? Cosa è successo?Alma Trieste Gsa Udine Prandin

Sapevamo che sarebbe stata una partita difficilissima perchè loro venivano da sei sconfitte consecutive (l’ultima vittoria risaliva al 15 gennaio proprio a Udine, ndr), dovevano vincere per forza. C’era stata un po’ di tensione in settimana, il presidente si era un po’ inc..to. Sapevamo che avrebbero disputato una partita tosta e che ci avrebbero aggredito dall’inizio. Noi venivamo dagli impegni in Coppa Italia, abbiamo accusato un po’ di stanchezza, unita alla condizione non perfetta di diversi elementi, quindi abbiamo subito un po’ la loro aggressività, non riuscendo a fare la nostra solita partita.

In questo momento qual è il giocatore dell’Alma più in forma?

Senza gufare (sorride, ndr), direi Matteo Da Ros e Javonte Green, sono i due che ci stanno tenendo su.

Confermare l’attuale terzo posto è il vostro obiettivo finale?

Siamo partiti senza particolari obiettvi. Eravamo consapevoli di poter disputare una buona stagione e di poter centrare i play-off, questo era l’obiettivo iniziale. Adesso, con l’arrivo di Cittadini e la serie di vittorie che abbiamo fatto, siamo a ridosso delle prime e ovvio che cercheremo di rimanere in questa posizione. E magari avere il fattore campo a favore nel primo turno play-off. Poi vedremo quanto avanti possiamo arrivare.

Guardando, invece, il prossimo avversario, la Gsa Udine, che squadra e che ambiente vi aspettate?

Sarà una partita molto simile a quella che abbiamo affrontato domenica scorsa a Piacenza. Anche la Gsa arriva da una serie di sconfitte consecutive, l’ambiente, da quanto abbiamo appreso, è abbastanza teso e poi si tratta comunque di un derby. Sappiamo com’è finita all’andata… Ci sarà voglia di riscatto da parte loro, sarà una partita difficilissima. Noi dovremo giocare al massimo per vincere.

Lei ha diverse conoscenze nel roster bianconero, oltre a Daniele Mastrangelo…

Certo, conosco molto bene Mauro Pinton, perchè abbiamo giocato insieme nelle giovanili a Mestre, oltre a Zacchetti, Ferrari,… Sarà una partita contro parecchi amici, però… dobbiamo batterli (ride, ndr).

(foto: BasketInside.com – GazzaNet)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy