Gsa Udine in picchiata, rimangono ancora sei “finali” per la salvezza

Gsa Udine in picchiata, rimangono ancora sei “finali” per la salvezza

Domenica i bianconeri giocheranno il derby con Trieste, poi affronteranno Mantova, Ferrara, Jesi, Treviso e Fortitudo: ogni eventuale passo falso potrebbe compromettere la stagione

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Dai sogni di gloria alla grande paura: cosa è successo alla Gsa Udine? In molti si staranno chiedendo quali siano le ragioni dell’involuzione della squadra bianconera. Dopo la striscia positiva contro tre dirette concorrenti per la salvezza (Recanati, Forl e Roseto), che aveva consentito al team di coach Lino Lardo di avvicinarsi prepotentemente all’ottavo posto – l’ultimo che consente l’accesso ai play-off -, abbiamo assistito al crollo. Chieti, Virtus, Verona e Imola hanno inchiodato l’Apu a quota 20 punti, troppo pochi per poter stare tranquilli. Sicuramente gli infortuni che si sono susseguiti in questa stagione hanno minato le certezze di una squadra che, sebbene costruita in corsa e alla prima esperienza in A2, aveva fornito più di qualche risposta positiva e, soprattutto, aveva vinto la sfida più difficile: riaccendere l’entusiasmo per il basket a Udine. Ma ci sono anche altre cause che si sono sommate nel corso dei mesi, facendo precipitare la squadra a ridosso della zona play-out. Alcuni giocatori non hanno rispettato le aspettative, altri hanno alternato partite ad alta intensità a gare anonime, altri ancora sono mancati nei momenti-clou. E adesso la situazione si è maledettamente complicata, con Imola e Chieti a sole due lunghezze da distanza (chiudono il girone Est Forlì e Recanati con 12 punti).

Rimangono, dunque, sei match-ball a disposizione di Vanuzzo & co. per evitare i play-out e festeggiare la conferma della categoria per il prossimo campionato. Si comincia domenica alle 18 al palasport di Cividale con il derby con l’Alma Trieste (reduce dall’inatteso ko con Piacenza), una gara che già di per sè vale la stagione e in questo momento addirittura qualcosa in più. Interrompere il blackout che sta condannando i friulani all’anonimato più totale sarebbe di vitale importanza. Successivamente i bianconeri saranno ancora impegnati in casa contro il Mantova, che all’andata si impose nettamente sull’Apu, in trasferta a Ferrara (che tre giorni fa ha battuto la Kontatto Bologna), a Cividale con Jesi, prima di chiudere la stagione con due big-match. Sabato 15 aprile, vigilia di Pasqua, alle 20.30 i bianconeri faranno visita alla De Longhi Treviso (attuale capolista assieme alla Virtus) e il sabato successivo (sempre alle 20.30) chiuderanno la regular season tra le mura amiche contro la Fortitudo Bologna (ora quinta a pari punti con Roseto).

Serviranno almeno due vittorie per poter raggiungere il traguardo, ma la Gsa dovrà ritrovare brillantezza, compattezza e quella voglia di stupire che le aveva consentito di piegare squadroni del calibro di Treviso e Fortitudo. E soprattutto dovrà rimettere in moto il cuore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy