L’apu Udine quarta in Supercoppa

L’apu Udine quarta in Supercoppa

Udine chiude quarta nelle finali di Supercoppa

di Redazione

Niente da fare per il terzo gradino del podio di Supercoppa. Udine e Scafati si giocano la finale di consolazione con ardore fino all’ultimo secondo, ma a spuntarla sono i campani, autori di una grande rimonta. I gialloblu partono forte con le bombe di Crow (saranno 21 alla fine) che sanciscono un parziale di 8-2 e continuano a schiacciare sull’acceleratore fino al timeout di Ramagli sul momentaneo 15-7. Fabi, con un gioco da tre punti, e Cromer, con un piazzato dall’area, accorciano il divario. La tripla di TJ Cromer firma il primo vantaggio bianconero al 7’ (16-17) e Zilli affonda la bimane del +4. C’è tanto Antonutti (8 punti) nel finale di primo quarto, che va in archivio con i friulani in vantaggio 20-23.
In apertura di secondo periodo canestri bianconeri in successione con Zilli, Cortese e ancora Zilli, che fanno decollare Udine. Contento ferma l’emorragia interrompendo un parziale di 11-0 con la tripla del 23-34, ma la Old Wild West continua a bombardare con Cromer e Amato per il nuovo massimo vantaggio al 18’ (29-44). La seconda frazione, dominata dagli uomini di Ramagli, si chiude 33-46.
Nel terzo periodo la Givova lentamente ma inesorabilmente rosicchia punti all’APU arrivando a nove lunghezze di distanza al 25’ grazie alla tripla di Contento e a -7 al 27’ grazie a un siluro di Crow. Nonostante la posta in palio sia il terzo posto le due squadre non si risparmiano dando vita a una partita ad alta intensità e senza esclusione di colpi.
L’ultima frazione si apre con altri due punti di Crow, che riportano la Givova a un solo possesso di distanza (58-61). Ci pensa la tripla di Amato a ridare un respiro a sei lunghezze ma un fallo di Cortese su Crow (3 liberi a segno) e i canestri di Fall e Contento mettono Scafati sulla carreggiata giusta (65-64 al 32’). Difese acerrime negli ultimi minuti e a tre giri di lancette dal termine il punteggio dice 70 pari. Antonutti (15 punti) spezza la parità, ma Contento risponde con una prodezza dall’arco. Ed è proprio il triestino di Scafati a decidere la partita a favore dei campani realizzando 6 punti nell’ultimo minuto per il definitivo 81-77.

Givova Scafati – Old Wild West Udine 81-77 (20-23, 13-23, 23-15, 25-16)
Givova Scafati: Nicholas Crow 21 (2/2, 4/6), Marco Contento 21 (2/2, 3/5), Abdel pierre Fall 11 (4/11, 0/1), Raphiael Putney 10 (4/8, 0/3), Riccardo Rossato 7 (3/5, 0/2), Claudio Tommasini 6 (0/4, 1/4), Marco Ammannato 5 (2/5, 0/0), Nikola Markovic 0 (0/0, 0/0), Ion Lupusor 0 (0/0, 0/0), J.j. Frazier 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 23 / 28 – Rimbalzi: 29 6 + 23 (Abdel pierre Fall 8) – Assist: 13 (Marco Contento 5)
Old Wild West Udine: T.j. Cromer 16 (2/7, 4/6), Michele Antonutti 15 (3/6, 2/5), Andrea Amato 13 (2/4, 3/7), Gerald Beverly 10 (3/7, 0/1), Giacomo Zilli 10 (5/5, 0/0), Agustin Fabi 7 (2/4, 0/3), Riccardo Cortese 6 (1/1, 1/4), Vittorio Nobile 0 (0/1, 0/1), Mihajlo Jerkovic 0 (0/1, 0/3), Enrico Micalich 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 15 – Rimbalzi: 29 8 + 21 (Michele Antonutti, Andrea Amato, Giacomo Zilli 5) – Assist: 20 (Andrea Amato 7)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy