Serie A2 femminile, un’altra vittoria per la Delser

Nel recupero della sesta giornata del girone di ritono il team friulano ha battuto in casa Salerno per 77-46. Difendere il quarto posto sarà l’obiettivo dell’ultimo mese di campionato

di Redazione

Continua la marcia della Libertas Basket School che, questa sera, nel recupero della sesta giornata di ritorno, ha superato in casa la Carpedil Salerno per 77-46. Un altro monologo friulano, dopo quello di due giorni fa contro Civitanova Marche: anche in questa occasione Vicenzotti e compagne hanno avuto vita facile perché le avversarie, pur lottando fino alla fine, hanno pagato dazio a livello tecnico e fisico, cedendo quasi subito alla supremazia bianco-arancio. Da segnalare, oltre ai 22 punti e 28 di valutazione del capitano di casa, il buon apporto avuto dalla giovani Sturma, che ha chiuso la gara in doppia cifra, e Ciotola, a segno con 7 punti. Gli impegni non sono ancora finiti perché infatti sabato ci sarà la sfida contro San Martino di Lupari che chiuderà una settimana intensa e fisicamente impegnativa. Il quarto posto in classifica è stato raggiunto, ma ora è fondamentale difendere la posizione ancora per quattro giornate di campionato.

Ad aprire il match ci pensa la tripla di Seskute (0-3) a cui risponde da sotto Ofomata; dopo i tiri liberi di Vicenzotti, Kenny trova il bersaglio dai sei e settantacinque per il nuovo vantaggio campano. Udine alza il ritmo creando numerosi contropiedi in sovrannumero, ma commette molteplici errori banali che permettono a Salerno di portarsi ancora avanti (8-9) con la tripla di Meschi. Coach Medeot allora chiama time-out: al rientro la Delser mette la freccia ed effettua il sorpasso definitivo con un break di 7-0. Grazie ad una Vicenzotti da 14 punti in 10 minuti, le friulane chiudono la prima frazione avanti 24-13; ma anche all’inizio del secondo periodo la situazione rimane immutata. Sturma entra subito in partita, segnando una tripla; come lei anche Bianco e Pontoni si fanno largo nel pitturato, rendendosi protagoniste del gioco offensivo udinese. A metà gara Udine conduce 43-22. Dopo la pausa lunga la Delser cresce ulteriormente e in pochi minuti manda a referto un nuovo parziale di 7-0, frutto di facili contropiedi e di assist da maestro da parte di Vicenzotti, abile a coinvolgere tutte le compagne. Mancabelli deve uscire dal campo perché gravata da quattro falli, ma nonostante la sua serata poco felice dal punto di vista realizzativo, le udinesi rispondono bene da tutti i reparti. Anche l’ultimo quarto, questa sera come sabato scorso, risulta essere quasi una partita di fine allenamento: anche se Meschi fa di tutto per impensierire le avversarie, la formazione di casa amministra il vantaggio senza problemi fino alla sirena finale.

DELSER-CRICH UDINE 77
CARPEDIL SALERNO 46

(24-13; 43-22; 61-41)

UDINE: Bianco 5, Ciotola 7, Beltrame 3, Mancabelli, Sturma 10, Mio 10, Vicenzotti 22, Pontoni 4, Da Pozzo 3, Rainis 4, Romano n.e., Ofomata 9. Coach Medeot.
SALERNO: Esposito n.e., Seskute 5, De Mitri 4, Zolfanelli n.e., Fumo n.e., Ceccardi 6, Assentato 5, Meschi 13, Galdi, Kenny 13. Coach Russo.
Arbitri dell’incontro: Giuseppe Balducci di Valvasone (PN) e Massimiliano Spessot di Fogliano Redipuglia (GO.
Prossima partita: sabato 18 marzo, ore 21, Fanola San martino di Lupari – Delser Udine.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy