Rugby Udine, presentata la nuova stagione

Rugby Udine, presentata la nuova stagione

Nel Salone del Parlamento al Castello di Udine la Rugby Udine FVG ha presentato la stagione sportiva 2019-’20

di Redazione

Il castello di Udine non ha resistito al festoso assedio dei rugbysti bianconeri. Il Salone del Parlamento era pieno in ogni ordine di posto ieri sera per la presentazione della Rugby Udine FVG, in vista dell’imminente stagione sportiva 2019-’20. Schierati in bell’ordine i giocatori, dal Mini-rugby al First XV (prossimo ad iniziare il suo 16esimo campionato consecutivo in serie A; si inizia il 20 ottobre) ai quali si sono aggiunti tecnici, dirigenti, genitori, sponsor, supporters ed istituzioni.

La rugby Udine FVG presenta alla città la stagione sportiva 2019-’20A fare gli onori di casa l’assessore allo sport del Comune di Udine, Paolo Pizzoccaro, mentre tra gli ospiti di riguardo c’erano anche il consigliere regionale Maria Grazia Santoro e il presidente del Coni FVG, Giorgio Brandolin. Oltre alla presentazione delle squadre e degli staff c’è stata la premiazione di tre “benemeriti” della Rugby Udine: Giacomo Vigna, ex giocatore bianconero, oggi preparatore atletico della Benetton Treviso, Matteo Pevere, altra “bandiera” del club, e Francesco Lento, membro di spicco della Sezione Arbitri di Udine.

A latere si è tenuta anche la presentazione de “Il Giorno degli Angeli”, l’ormai tradizionale happening di pre season, organizzato dall’ex azzurro Andrea Muraro, che in questa edizione (la sesta) vedrà in campo la Rugby Udine FVG e tre club di Top 12, il Mogliano, il San Donà ed il Petrarca Padova. L’evento nasce per coniugare lo spettacolo del rugby di alto livello con la solidarietà e la beneficenza, raccogliendo fondi e sensibilizzando l’opinione pubblica a favore della ricerca contro il neuroblastoma, una patologia tumorale che colpisce soprattutto i bambini.
Appuntamento sabato 21 settembre dalle ore 15 al Rugby Stadium di via del Maglio a Udine.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy