Udine, va in scena la grande boxe

Udine, va in scena la grande boxe

La grande boxe torna sabato 1 giugno a Udine con una spettacolare riunione di pugili professionisti sul ring del palasport Benedetti

di Redazione

 

 La grande boxe torna sabato 1 giugno a Udine con una spettacolare riunione di pugili professionisti, che vedrà salire sul ring del palasport Benedetti l’idolo di casa Nicola Ciriani e Davide Faraci nel match clou della serata che avrà in palio il titolo italiano dei mediomassimi e anche altri professionisti di spessore come Luca Esposito, il triestino Luca Maccaroni e il rumeno di Monselice Petru Chiochiu. Tutti professionisti come non capitava in città da almeno dieci anni.
Era l’aprile del 2009 quando il compianto Alberto De Marchi, patron della Demar Caffè e della Pugilistica Udinese portò al Carnera il match per il titolo intercontinentale dei superleggeri che Brunet Zamora vinse battendo ai punti Peter Semo, in una serata nella quale salirono sul ring dei Rizzi anche Emanuele De Prophetis, che conquistò nell’occasione il titolo italiano dei superleggeri contro Alfredo Di Feto, il futuro campione italiano dei pesi massimi Gianluca Mandras, il gruarese Italo Brussolo e la pluricampionessa europea dei pesi mosca Loredana Piazza.
Sabato 1 giugno ci si attende il pubblico delle grandi occasioni per spingere Nicola Ciriani. Il pugile dei Rizzi mette in palio la cintura tricolore dei mediomassimi vinta battendo il piemontese Stefano Abatangelo proprio al palasport Benedetti lo scorso novembre. Per Nicola, che sta rifinendo la preparazione in maniera certosina con lo staff della Pugilistica Udinese e il tecnico Gianluca Calligaro, affrontando anche sparring partner sudamericani, il match contro Faraci rappresenterà l’incontro della definitiva maturità, lo spartiacque tra una carriera già importante e l’ingresso nell’olimpo dei pugili friulani plurivittoriosi.
RECORD.
Da professionista, Nicola Ciriani, udinese del quartiere dei Rizzi, ha un record personale di 17 vittorie, dieci delle quali per ko tecnico prima del limite, due sconfitte e un pareggio. Ha iniziato la sua carriera da pro nel 2012, dopo l’esperienza da dilettante chiusa in un continuo crescendo, nella quale ha collezionato 31 vittorie e il Guanto d’Oro nel 2011. Ciriani ha in bacheca il Guanto d’Oro da dilettante, il titolo italiano dei cruizer massimi leggeri del 2015 conquistato a Manzano contro Simone Federici e due titoli tricolori dei mediomassimi, entrambi guadagnati battendo Stefano Abatangelo, la prima volta nel 2017 a Pordenone e la seconda nel 2018 al palaBenedetti di Udine.
Davide Faraci, laziale di Pomezia, nato nel 1991 in Svizzera da genitori italiani, è imbattuto nei dodici incontri sin qui disputati da professionista, nessuno dei quali ottenuti per Ko prima del limite, dettaglio importante che fa capire come lo sfidante di Ciriani abbia nella resistenza sulle lunghe distanze uno dei propri punti di forza. Faraci, che ha iniziato con le arti marziali, ha disputato un centinaio di incontri da dilettante con la divisa della nazionale svizzera (90 vittorie al suo attivo), per la quale è salito sul podio agli Europei under 22 del 2012. Campione svizzero junior nei pesi leggeri e welter nel 2007, 2008 e 2009 e campione svizzero dei pesi medi nel 2010, 2011, 2012 e 2013. Nel 2014 e 2015 è stato vice-campione svizzero nei massimi leggeri.CARATTERISTICHE TECNICHE
Nicola Ciriani è alto 1.80 ed è pugile completo, che fa della precisione dei colpi il proprio marchio di fabbrica, unita alla potenza e al dinamismo, perfezionati alla scuola della Pugilistica Udinese con il tecnico Gianluca Calligaro. Davide Faraci è alto 1.87 e ha nella lunghezza dei colpi, oltre che nella resistenza e nella già citata capacità di essere competitivo sino all’ultima ripresa, il proprio punto di forza.RIUNIONE.
Oltre al match clou Ciriani v Faraci, sabato 1 giugno al palasport Benedetti si disputeranno altri quattro incontri tra professionisti.
Alle 20.00 i primi a salire sul ring saranno Petru Chiochiu che affronterà il bosniaco Darko Vasiljevic in una sfida tra supermedi, sulla distanza delle quattro riprese.
Alle 20.30, sarà la volta di Luca Esposito, ex campione italiano dei pesi medi da dilettante e ora residente a Pasian di Prato, che se la vedrà con il bosniaco Vedran Soskan, sulla distanza delle sei riprese.
Alle 21.00 sarà la volta dello sloveno Andrej Bakovic, contro il bosniaco Sinisa Gambelic in una sfida sulle sei riprese tra superwelter.
Alle 21.30 il match tra il peso leggero triestino Luca Maccaroni e il bosniaco Milos Janjanin, sulla distanza delle sei riprese.
Alle 22.00 il match clou Ciriani v Faraci

BIGLIETTI.
I tagliandi per assistere alla riunione sono in prevendita nei seguenti posti:

Palestra APU, Via Marangoni 46, a Udine – dal Lunedì al Venerdì, dalle 17 alle 20
Bar Crema & Cioccolato, Via Pietro Zorutti 22, Campoformido (UD), dal martedì alla domenica, dalle 17 alle 21
Bar Zeus, Via della Faula 91, Udine, dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 20
Bar da Stefy, Via Cristoforo Colombo 131, Pasian di Prato (UD), tutti i giorni, dalle 7 alle 21
Osteria Al Canarino, Via Cussignacco 37, Udine, dal lunedì al sabato, 8/14:30 – 17:30/23
Bar Sport, Via Antonio Marangoni 42, Udine, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 22

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy