Udine pronta ad accogliere l’Europeo Under 21

Udine pronta ad accogliere l’Europeo Under 21

Ancora un giorno e si alzerà il sipario sull’Europeo Under 21. Udine sarà una delle sei città che ospiteranno la manifestazione

di Redazione

Ancora un giorno e si alzerà il sipario sull’Europeo Under 21. Udine sarà una delle sei città che ospiteranno quest’importante manifestazione. Il capoluogo friulano, tinto d’azzurro, accoglierà le sfida tra Germania e Danimarca, valevole per il gruppo B, lunedì 17 giugno alle ore 21, a seguire Danimarca-Austria, sempre del gruppo B, giovedì 20 giugno alle ore 18:30, ed infine Austria-Germania, domenica 23 giugno alle ore 21. Successivamente riflettori puntati sullo stadio “Friuli”domenica 30 giugno, ore 20:45, in occasione della finale e tutti sperano che possa essere l’Italia del c.t. Luigi Di Biagio ad essere protagonista in positivo nell’ultimo atto di questa competizione. Osservando il quadro, alla vigilia dell’Europeo, il torneo è suddiviso in tre gironi composto da quattro squadre. A passare il turno saranno le prime tre classificate e la migliore seconda. Gli azzurrini sono inseriti nel girone A in compagnia di Spagna, Polonia e Belgio. Nel gruppo B, invece, spazio ai campioni in carica della Germania, Austria, Danimarca e Serbia. Infine al gruppo C: Francia, Romania, Croazia e Inghilterra. Oltre a Udine, le altre città che accoglieranno tale evento ambito sono: Cesena, Trieste, Bologna, Reggio Emilia e San Marino. La truppa guidata dal c.t. Di Biagio è tra le favorite all’interno di una competizione, mai come in quest’edizione, assolutamente equilibrata. Importante sarà partire con il piede giusto, già domenica sera, contro la temibile Spagna. Evitare passi falsi sarà fondamentale. La rosa dell’Italia appare, sulla carta, assai competitiva ed ottimamente attrezzata. Rosa in cui spiccano i nomi di Meret, Zaniolo, Chiesa, Lorenzo Pellegrini, Cutrone e del capitano Rolando Mandragora, nell’ultima stagione tra le fila dell’Udinese. Udine, quindi, è pronta a trasmettere affetto e vicinanza ai colori azzurri, sperando che il prossimo 30 giugno possa essere proprio l’Italia ad alzare al cielo, per la sesta volta nella sua storia, quella coppa prestigiosa ed inseguita strenuamente.

Lorenzo Cristallo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy