Bogarelli “Infront padrona? No, lavoriamo per i club”

Bogarelli “Infront padrona? No, lavoriamo per i club”

di Monica Valendino, @Moval1973

“Noi padroni del calcio italiano? No, è il contrario. Sono i club ad essere i nostri padroni, noi lavoriamo per servirli, aiutandoli a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati”. Così il presidente di Infront Italia, Marco Bogarelli, in un’intervista al Processo del Lunedì su Raisport1, in merito al ruolo dell’advisor della Lega di serie A e della Figc. “Se riusciamo a creare ricchezza la dividiamo con i nostri partner, i nostri ‘padroni’. Il nostro è un approccio tipicamente di business, nient’altro”. “Da tempo siamo advisor della Lega, scelti in un ventaglio di una decina di concorrenti, e grazie a risultati ritenuti impensabili siamo riusciti ad ottenere il rinnovo fino al 2021 – ha proseguito Bogarelli -. Per la federazione c’e’ stato un processo di scelta analogo. Abbiamo di sicuro un peso economico, ma non un peso politico, assolutamente, e non vedo neanche alcun conflitto di interesse”. Il presidente di Infront ha poi definito “ipocrita” il tentativo di separare nel calcio il business dallo sport, “basta vedere che le squadre più forti al mondo sono quelle che fatturano di più”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy