Gazzetta: Muriel alla Sampdoria ma solo col supersconto

Gazzetta: Muriel alla Sampdoria ma solo col supersconto

di Monica Valendino, @Moval1973

Fumata grigia, un’altra volta. Per Luis Muriel alla Sampdoria si decide oggi, sulla base dei nuovi ed approfonditi controlli medici effettuati ieri sera a Pavia da uno specialista super partes. Una storia grottesca, tanto che bisognerebbe metterla sul ridere. Fa tornare in mente la celebre scenetta di Totò che prova a vendere la fontana di Trevi a uno sprovveduto turista. La vicenda del colombiano, ceduto dall’Udinese alla Samp dopo mille lusinghe (e ad un prezzo altissimo), ma in condizioni fisiche precarie, ricorda un po’ quella storiella di oltre mezzo secolo fa, con la differenza che qui il caso è ben più grave.  

(…) Di sicuro l’Udinese , che non sta facendo una bella figura, non ha informato la Samp — e questo ha indispettito parecchio il presidente Ferrero —, convinta che Muriel avesse solo bisogno di un po’ di tempo per togliere la ruggine dai muscoli. Dall’esito di questi nuovi controlli dipende il futuro di Muriel a Genova. Se il guaio si dovesse rivelare di lieve entità, la Samp lo acquisterà alla cifra pattuita. Altrimenti, potrebbe chiedere uno sconto o, estrema ratio, ritirarsi dall’affare (e, con Muriel, rimandare al mittente anche Andrea Coda, l’unico incolpevole in questa vicenda).
ETO’O CON LA VALIGIA In una situazione del genere, la candidatura di Eto’o avanza e le sue quotazioni crescono, anche se la Samp difficilmente deciderà in tempi brevissimi. Sulla carta, l’arrivo del camerunense, che ha già espresso il suo assenso alla piazza, dipende(va) dalla cessione di Bergessio, che però sinora ha rifiutato tutte le destinazioni. L’Udinese, fra le sue principali pretendenti, cercherà però ancora di convincerlo sino a quando i tempi del mercato lo permetteranno. Un investimento oneroso (in deroga al «business plan» sampdoriano) come quello dell’ex gioiello di Barcellona e Inter, richiede tempi lunghi e verifiche approfondite. Nei prossimi giorni sapremo, anche se nel frattempo Mihajlovic deve andare avanti con la squadra attuale e, soprattutto, affidandosi al 4-3-1-2. Alla finestra rimane anche Gastaldello. L’offerta del Bologna è tanto inattesa, quanto allettante per durata (due anni) ed aspetto economico, ma la Samp non vorrebbe privarsi di lui almeno sino a giugno prossimo. Discorso sospeso: le parti si aggiorneranno nei prossimi giorni, quando verrà presa una decisione definitiva.

Tratto dalla Gazzetta dello Sport

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy