Benevento-Pordenone 2-1, colpo della Strega per Tesser

Benevento-Pordenone 2-1, colpo della Strega per Tesser

Grande prova dei neroverdi contro una squadra che sta letteralmente dominando il campionato

di Redazione

Ottima prova dei neroverdi contro una squadra che sta letteralmente dominando il campionato. Un Pordenone in crescita quello visto oggi al Vigorito dopo il calo dell’ultimo periodo e buono l’inserimento nel piano tattico dei nuovi arrivati. Positivo l’ingresso di uno scatenato Bocalon. Domenica prossima il Pordenone ospiterà il Chievo.

LA PARTITA Il Pordenone imposta in avvio di gara un gioco di contenimento con immediate verticalizzazioni verso le punte. Almeno due chiare occasioni per i ramarri con la conclusione a giro di Strizzolo al limite dell’incrocio  e Candellone che sfiora il palo con un destro dal limite dell’area. Gli uomini di Tesser risultano però poco precisi in fase conclusiva sprecando le occasioni create. Al 37′ pur viaggiando su ritmi non eccelsi, è il Benevento a sbloccare la partita  con una perla di Viola che calciando una perfetta punizione manda la palla all’incrocio dei pali. Tremolada nel recupero del primo tempo spreca una grande chance per il pari. Sempre Viola serve in profondità Insigne che porta le Streghe al raddoppio dopo aver colpito la parte bassa della traversa. Ci crede ancora il Pordenone che al 69′ va alla conclusione con Mazzocco: la palla colpisce il palo alla destra di Montipò, attraversa tutta la linea di porta e colpisce l’altro palo. Sulla ribattuta si fionda Bocalon, ma Montipò si oppone.

Con una reazione d’orgoglio i neroverdi provano a rimettersi in pista e al 91 sullo splendido cross di Misuraca Bocalon infila di testa Montipò accorciando le distanze ma non c’è più tempo. Termina il match al Vigorito sul risultato di 2-1 per la Strega che vola in solitaria verso la Serie A.

IL TABELLINO

BENEVENTO – PORDENONE 2-1

GOL: 37′ Viola, 60′ Insigne, 91′ Bocalon

BENEVENTO (4-4-2): Montipò; Maggio, Caldirola, Barba, Letizia; Insigne (89′ Di Serio), Viola, Hetemaj, Improta; Sau (66′ Del Pinto), Moncini (78′ Coda). A disposizione: Manfredini, Gori, Rillo, Pastina. Allenatore: Inzaghi

PORDENONE (4-3-1-2): Di Gregorio; Semenzato, Camporese, Bassoli, Gasbarro; Misuraca, Pasa, Mazzocco; Tremolada (61′ Ciurria); Strizzolo (72′ Chiaretti), Candellone (61′ Bocalon). A disposizione: Ronco, De Agostini, Stefani, Vogliacco, Barison, Burrai, Almici, Zammarini. Allenatore: Tesser

Arbitro Maggioni di Lecco, assistenti Cipressa di Lecce e Rossi di La Spezia. Quarto uomo Vigile di Cosenza.

NOTE: angoli 7-2. Ammoniti Strizzolo, Hetemaj, Bocalon. Recupero: 1′ pt, 4′ st.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy