Gazzetta: Pordenone, al Friuli non ci sono rivali

Gazzetta: Pordenone, al Friuli non ci sono rivali

Rosso a Bandinelli dopo 2’
Mancuso flop, ira Bucchi

di Redazione

L’analisi della Gazzetta sulla strepitosa vittoria del Pordenone sull’Empoli.

Non passa nessuno, alla Dacia Arena: la matricola Pordenone ha ottenuto un altro risultato positivo in casa dopo aver fermato Frosinone, Spezia e Benevento (7 punti). A farne le spese della solidità casalinga dei friulani è stato stavolta l’Empoli, tornato in Toscana non più da capolista e col primo stop dopo tre vittorie di fila. La gara è stata però condizionata da alcuni episodi: al 2’ Bandinelli si è fatto espellere per un fallo su Pobega in mezzo al campo e, poco dopo, il direttore di gara ha concesso un rigore decisamente molto generoso su Misuraca. Burrai ha trasformato, cosa che non è riuscito a fare Mancuso a metà frazione dopo un penalty fischiato per un atterramento in area di Di Gregorio. «Il cartellino rosso è giusto ma il rigore dell’1-0 no – ha tuonato l’allenatore dell’Empoli dopo la partita – se in B arriverà la Var saremo tutti più contenti: ci sarà più oggettività nella lettura delle situazioni di gara e meno spazio all’interpretazione degli eventi».

I due gol

Gli episodi sono quelli che hanno fatto la differenza nel corso dei 90’: il Pordenone è stato bravissimo a sfruttarli, a cominciare dal gol di Burrai, l’Empoli meno. Anche in seguito all’errore di Mancuso la squadra di Tesser ha preso coraggio e, sul finire del primo tempo, ha trovato il 2-0, arrivato al termine di una splendida azione corale orchestrata da Ciurria e Monachello e finalizzata da Pobega, giunto al quarto gol stagionale (tre in campionato, uno in Coppa Italia). Non c’è alcun dubbio che il 20enne di proprietà del Milan sia tra i giovane da seguire in questo campionato. «Ha personalità e voglia di arrivare: deve continuare a tenere i piedi per terra» ha detto di lui Tesser. Senza Barison (infortunato), Strizzolo e Chiaretti (squalificati) è riuscito a fermare l’Empoli, per quanto agevolato dalla superiorità numerica per tutta la gara. E con 11 punti va alla sosta soddisfatto, forse anche sorpreso del rendimento dei suoi visto il valore degli avversari affrontati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy