Il Pordenone non ferma la marcia dello Spezia: al Picco arriva il secondo ko consecutivo

Il Pordenone non ferma la marcia dello Spezia: al Picco arriva il secondo ko consecutivo

Matteo Ricci al 24′ della ripresa decide una sfida dall’accentuato agonismo: la squadra di Italiano si impone 1-0 e incamera il nono risultato utile di fila

di Redazione

Il Pordenone non riesce a interrompere la marcia dello Spezia: Matteo Ricci al 24′ della ripresa firma la rete che decide una sfida dall’accentuato agonismo, giocata in condizioni difficili a causa di pioggia e vento. Al Picco finisce 1-0, nono risultato utile di fila per la squadra di Italiano, che infligge agli uomini di Tesser la seconda sconfitta consecutiva.

Quattro punti nelle ultime cinque partite: se non è una crisi quella che stanno vivendo i neroverdi, poco ci manca. Il ko in Liguria è forse una punizione eccessiva, anche se va detto che il Pordenone, come avvenuto sabato scorso al Friuli contro il Pescara, non è apparso ancora la squadra brillante capace di stupire nella prima parte di stagione.

Guardare la classifica, in questo momento, conta fino a un certo punto: la squadra friulana deve ritrovare sé stessa, magari anche grazie all’inserimento del colpo del mercato Tremolada, senza dimenticare che lo Spezia attuale è un cliente complicato per tutti, come certifica anche il successo ottenuto domenica dai bianconeri a Crotone.

Tesser sceglie l’ex di giornata Ciurria come partner d’attacco di Strizzolo, a centrocampo si rivede Misuraca, mentre Vogliacco viene preferito ad Almici. Italiano, che deve rinunciare a Galabinov dall’inizio, punta su un tridente formato da Ragusa, Nzola e Gyasi.

Lo Spezia inizia manovrando in maniera ariosa, ma senza trovare sbocchi, a causa della capacità del Pordenone di occupare bene gli spazi. Tesser, però, non è soddisfatto della pressione dei suoi, troppo bassa secondo il tecnico.

Una volta che Burrai e compagni mettono in pratica la volontà dell’allenatore, il Pordenone entra in partita. Così, dopo le conclusioni dalla distanza di Ragusa e Matteo Ricci, entrambe fuori dallo specchio, l’occasione più ghiotta del primo tempo capita a Ciurria.

L’ex della partita, a tu per tu col friulano Scuffet, si vede deviare la conclusione dal portiere, senza, però, che l’arbitro Fourneau conceda il corner.

Nella ripresa il match sembra preannunciarsi più vivace. Prima Gavazzi di testa non inquadra la porta, quindi Gyasi calcia a giro, spedendo fuori; infine, Misuraca sciupa un’ottima chance.

La partita è aperta, intensa: lo Spezia va a vincerla. Corre il 24′, Matteo Ricci è il più lesto a recuperare una palla vagante: la conclusione del regista spezzino supera Di Gregorio: 1-0.

Dopo il giallo al diffidato Pobega, Tesser, che in precedenza aveva inserito Candellone per Ciurria, si gioca la carta Bocalon per passare al tridente: non basta. Nel finale espulso Maggiore, ma lo Spezia incamera comunque tre punti fondamentali in chiave play-off. Il Pordenone, invece, in settimana dovrà ritrovare la sua veste migliore.

Massimo Pighin

SPEZIA – PORDENONE 1-0

GOL: 69′ M. Ricci

SPEZIA (4-3-3): Scuffet; Ferrer, Erlic, Capradossi, Marchizza; Mastinu (65′ Acampora), M. Ricci, Maggiore; Ragusa (66′ F. Ricci), Nzola (83′ Galabinov), Gyasi. A disposizione: Krapikas, Desjardins, Vignali, Ramos, Di Gaudio, Bartolomei, Gudjohnsen, Terzi. Allenatore: Italiano

PORDENONE (4-3-1-2): Di Gregorio; Vogliacco, Camporese, Barison, De Agostini; Misuraca (72′ Mazzocco), Burrai, Pobega; Gavazzi (81′ Bocalon); Strizzolo, Ciurria (65′ Candellone). A disposizione: Bindi, Stefani, Chiaretti, Semenzato, Pasa, Bassoli, Almici, Zammarini. Allenatore: Tesser

Arbitro Fourneau di Roma 1, assistenti Raspollini di Livorno e Dei Giudici di Latina. Quarto uomo Meraviglia di Pistoia.

NOTE: angoli 3-5. Al 24′ espulso l’allenatore dei portieri Cortiula (P). Al 94′ espulso Maggiore. Ammoniti: Ferrer, Camporese, Vogliacco, Pobega, F. Ricci. Recupero: 2′ pt, 4′ st. Spettatori 4.797 (di cui 3.751 abbonati).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy