Messaggero Veneto: Arriva l’Empoli, il Pordenone si affida ancora al fortino Friuli

Messaggero Veneto: Arriva l’Empoli, il Pordenone si affida ancora al fortino Friuli

Con la capolista l’obiettivo è mantenere l’imbattibilità casalinga prima della sosta
Tesser ha gli attaccanti contati: «Una squadra vera si vede in questi frangenti»

di Redazione

Il punto sul pordenone sul Messaggero Veneto:

All’orizzonte c’è la sosta: anche la serie B si ferma il prossimo weekend per gli impegni delle nazionali. Sarà tempo del primo bilancio e, affinché sia molto positivo, il Pordenone prova a ottenere un altro, grande, risultato. Dopo aver fermato il Benevento e costretto al pari il Chievo nonostante la doppia inferiorità numerica, la squadra di Tesser vuole stoppare l’Empoli, capolista della serie B e tra le favorite al salto in A. Servirà una prova perfetta, perché oltre al valore dell’avversario bisogna tenere conto che i ramarri devono affrontare la gara privi di due elementi importanti, Strizzolo e Chiaretti, entrambi squalificati, e forse anche di Barison, ancora non al top. «Una vera squadra si vede anche in questi frangenti» – è il messaggio lanciato da Attilio Tesser, che ritrova la “stella” Pobega out a Verona.AVVIOIl Pordenone ospita il leader del torneo da imbattuta in casa: sotto l’Arco dei Rizzi, sinora, non è passato nessuno. Sono arrivate due vittorie (con Frosinone e Spezia) e un pareggio (col Benevento). Come si può vedere, sette degli otto punti sinora ottenuti sono stati raccolti a Udine, segno che il gruppo è destinato a costruire la salvezza di fronte ai propri tifosi. Il cammino, complessivamente, è molto positivo, se non altro perché da matricola assoluta – l’unica del campionato – la formazione di Tesser ha affrontato tutte formazioni costruite per stare nella parte sinistra e medio-alta della classifica. Oggi l’ultimo sforzo, prima della sosta e una serie di partite più abbordabili (sulla carta): un pareggio o una vittoria metterebbe il punto esclamativo alla partenza del team. «Un risultato positivo farebbe molto bene alla nostra autostima: sinora abbiamo dimostrato di dire la nostra, in categoria, ora bisogna continuare», ha riconosciuto il tecnico (…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy