Messaggero Veneto: Pordenone, turnover scientifico nel reparto d’attacco

Messaggero Veneto: Pordenone, turnover scientifico nel reparto d’attacco

Tesser nelle prime cinque giornate ha ruotato le sue punte
Domenica col Chievo i favoriti sono Monachello e Strizzolo

di Redazione

L’apertura del Messaggero Veneto sul Pordenone.

E chissà quando si sbloccheranno là davanti. Il pensiero, magari in velocità, dev’essere balenato a più di un tifoso neroverde. Perché il Pordenone si sta ritagliando la veste di rivelazione del campionato di serie B senza ancora aver messo in mostra le doti realizzative del proprio reparto avanzato. Un solo gol degli attaccanti sugli otto sinora messi a segno. In compenso ci sono i difensori, come Barison (2 reti) e Camporese (1), che si sanno travestire da bomber. Prima della sosta per gli impegni della nazionale, però, la squadra neroverde incrocerà Chievo e Empoli, due squadre appena retrocesse dalla massima serie e che puntano a tornarci in fretta. Gare a dir poco insidiose, in cui servirebbero anche i gol di chi è chiamato per mestiere a farli. Sinora Attilio Tesser ha ruotato tutti e quattro gli elementi a sua disposizione. E lo ha fatto con un criterio quasi scientifico. Basti pensare che soltanto due volte su cinque è stata schierata, almeno inizialmente, la stessa coppia offensiva. Ciurria e Monachello sono partiti titolari martedì scorso con il Benevento. Così come alla seconda giornata a Pescara. Mentre nello storico match d’esordio con il Frosinone toccò a Ciurria e Strizzolo. Con lo Spezia a Candellone e Monachello. E a Livorno, nell’ultima trasferta, a Candellone e Strizzolo. Insomma, un gioco delle coppie con un obiettivo ben chiaro: portare in condizione e tenere sulla corda tutti e quattro i moschettieri dell’attacco. (…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy