Pobega, identikit di un predestinato

Pobega, identikit di un predestinato

La mezzala del Pordenone ha sorpreso per rendimento e qualità: il Milan lo osserva con attenzione

di Redazione

Tommaso Pobega è il giovane più talentuoso della Serie B? I conti – anche sui singoli – come sempre si faranno a fine stagione, di certo la talentuosa mezzala del Pordenone al momento è tra gli under 23 che hanno maggiormente impressionato. Alla sua prima esperienza in un campionato tosto come la cadetteria, il centrocampista triestino sta andando oltre ogni più rosea aspettativa. Tanto che il Milan, club dov’è cresciuto e che ancora ne detiene il cartellino, lo osserva con interesse e non esclude di riportarlo a casa la prossima estate.

Si parta dai numeri. Pobega finora ha giocato sette delle otto partite disputate tra campionato e Coppa Italia dalla squadra di Tesser, segnando quattro reti (una in coppa) e fornendo due assist. Statistiche ragguardevoli per una mezzala al debutto in Serie B. Eppure, il mancino sorprende non tanto per i dati, quanto per il peso che riesce a rivestire nel match e per la mentalità. Quest’ultimo fattore è stato uno di quelli che hanno convinto il ds neroverde Matteo Lovisa a scommettere su di lui.

Nella scorsa stagione, disputata con la maglia della Ternana, non erano mancate le difficoltà di squadra. Pobega già allora aveva dimostrato di avere grande capacità di muoversi tra gli ostacoli: ora, in un contesto più lineare, sta mettendo la sua mentalità a servizio del gruppo. E lo si comprende chiaramente vedendolo giocare. Agevolato da un fisico importante che non gli preclude una certa velocità, Pobega appare il prototipo del centrocampista moderno: un tuttocampista, bravo sia in fase di interdizione che in quella di costruzione, senza dimenticare le doti sotto porta.

Il sinistro, poi, è educato, ma sa usare anche il destro. Insomma, sembra avere il futuro davanti e la mancata convocazione con la Nazione Under 20 dopo la chiamata di fine estate appare tutto tranne che una bocciatura. Di certo, l’azzurro ritornerà – probabilmente presto – nella carriera di Pobega, che per il momento si concentra sul Pordenone e culla il sogno chiamato Milan.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy