Pordenone-Juve Stabia: divieto di accesso ai residenti delle zone a rischio

Pordenone-Juve Stabia: divieto di accesso ai residenti delle zone a rischio

Divieto di accesso (abbonati compresi) ai residenti in Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, provincie di Pesaro e Urbino, Savona

di Redazione

 

Si comunica che, ai sensi del DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI del 1. marzo 2020 (art. 2.1 comma a) e sentito il GOS di Udine, i residenti nelle regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna, nelle province di Savona, Pesaro e Urbino NON potranno accedere alla Dacia Arena Stadio Friuli in occasione dell’incontro Pordenone-Juve Stabia in programma martedì 3 marzo alle ore 21:00. Il divieto comprende anche gli abbonati (residenti nelle citate regioni e province) e coloro che abbiano già acquistato il titolo d’accesso prima dell’emanazione del DPCM.

Il personale addetto effettuerà scrupolosi controlli all’ingresso dello stadio: si ribadisce l’obbligatorietà di presentare (unitamente all’abbonamento e al biglietto) un documento di identità valido e recante – tassativamente – l’indicazione della residenza. Ai residenti nelle citate regioni e province, oltre a chi non presenterà un documento con la residenza sarà vietato l’ingresso all’impianto. Si confida nella collaborazione e nel senso di responsabilità di tutti i tifosi.

Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica invita inoltre i tifosi a mantenere una distanza di sicurezza al momento dell’ingresso e dell’uscita dello Stadio Friuli. Sono infine rinnovate le raccomandazioni fornite dal Ministero della Salute per quanto riguarda i comportamenti da tenere a livello igienico.

Il Pordenone Calcio esprime dispiacere per le limitazioni, che hanno però come obiettivo la salvaguardia della salute pubblica. Un principio imprescindibile e sempre prioritario. Le modalità di rimborso saranno successivamente comunicate.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy