Pordenone, Tesser: “Non cambieremo il nostro gioco, dobbiamo limitare gli errori”

Pordenone, Tesser: “Non cambieremo il nostro gioco, dobbiamo limitare gli errori”

Il tecnico neroverde alla vigilia della sfida di Empoli: “Tremolada sta facendo fatica a trovare la condizione atletica: domani al suo posto giocherà Gavazzi”

di Redazione

Il Pordenone non cambierà faccia: il gioco rimarrà lo stesso che nell’ultimo anno e mezzo ha regalato tante soddisfazioni ai tifosi neroverdi. Limitare gli errori, questo sì, è necessario: il tecnico dei ramarri Attilio Tesser ha toccato diversi temi nella conferenza della vigilia del match contro l’Empoli.

Inevitabile una riflessione sull’attualità. “La settimana è trascorsa tranquillamente – ha detto Tesser -, nonostante il coronavirus e il nostro momento. Avevamo preparato molto bene anche la gara con il Chievo, così come abbiamo preparato bene quella contro l’Empoli”.

Dobbiamo ritrovare autostima e fiducia: la squadra si impegna, è normale avere giornate meno buone. L’Empoli è in un momento positivo: ha saputo reagire a un prolungato periodo di difficoltà. E’ una delle squadri più forti della serie B”.

“Dai miei mi aspetto una partita positiva, spero che si ripetano le buone prestazioni esterne, anche se non sempre sono arrivati punti – ha proseguito il tecnico del Pordenone -. A Benevento e Spezia il primo tiro in porta che abbiamo subito è coinciso con un gol: dobbiamo migliorare la concentrazione. Quella di domani è la prima di tre gare: è sempre la più importante”.

“Prima della partita col Perugia l’Empoli aveva subito gol nelle precedenti 18 gare? E’ una squadra propositiva, e qualcosina concede: se penseremo solo a contenere sarà un errore. Non dobbiamo essere rinunciatari, dobbiamo avere coraggio e personalità, cui dobbiamo coniugare le situazioni tattiche che abbiamo preparato in settimana“.

“Oggi concretizziamo meno situazioni che prima, invece, concretizzavamo. In un momento negativo si vede tutto peggio: se ne esce con serenità e lavoro. Il confronto con la squadra è stato positivo, c’è partecipazione da parte dei giocatori. Giochiamo così da un anno e mezzo, ci siamo tolti e abbiamo dato tante soddisfazioni: non cambieremo sistema“.

Grazie ai tifosi che domani saranno allo stadio: ci spingeranno a dare il massimo. Sentire affetto e vicinanza in questo momento particolare per noi è importante”.

Infine, alcune indicazioni sulla formazione. “Tremolada non giocherà: al suo posto ci sarà Gavazzi. Tremolada sta facendo fatica a trovare la condizione atletica. In mezzo con Burrai giocheranno Pobega e Misuraca, davanti ho un dubbio; sulla destra uno tra Semenzato e Almici, a sinistra uno tra Gasbarro e De Agostini. Vogliacco potrei impiegarlo come centrale. Barison non ci sarà: si sottoporrà a un ciclo di cure specifico”.

Massimo Pighin

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy