Primavera, al Pordenone non basta il cuore: il Milan s’impone 1-0

Primavera, al Pordenone non basta il cuore: il Milan s’impone 1-0

Brescianini decide la sfida del Bottecchia nel debutto casalingo dei neroverdi

di Redazione

Soffre, rischia di soccombere, ma resta in piedi e sfiora il pareggio. Il Pordenone Primavera, nello storico debutto casalingo, cede il passo al Milan, ma desta comunque sensazioni positive in relazione alla capacità di rimanere dentro la partita contro un avversario superiore dal punto di vista tecnico e fisico.

Finisce 1-0 la sfida del Bottecchia, valida per il secondo turno del girone A di Primavera 2: la decide il capitano dei rossoneri, Brescianini (aggregato alla prima squadra durante la preparazione estiva), che al 20′ batte Ronco con un sinistro chirurgico dal limite che si infila sul palo alla sinistra del portiere.

La partita è stato un monologo rossonero. La squadra di Giunti crea tanto, ma spreca un pò per imprecisione un pò per la bravura del numero 1 neroverde, decisivo in almeno due occasioni. Il Milan ha più muscoli, più gamba e una maggior tecnica, elementi che cerca di far valere dalle battute iniziali, riuscendo a produrre, nell’arco dei 90 minuti, fasi di gioco di pregevole qualità.

I ragazzi di Favaretto rispondono con le armi che hanno a disposizione: cuore, corsa e voglia di fare l’impresa, perlomeno di provarci. Dopo il primo tempo dominato dal Milan, a inizio ripresa i ramarri ci provano e fanno gridare al gol il numeroso pubblico del Bottecchia: al 9′, infatti, Cotali calcia dal limite, la sfera sbatte sul palo alla sinistra di Jungdal per poi finirgli tra le mani.

E’ un sussulto, però, perché il Milan riprende a macinare gioco e a costruire palle-gol. Il raddoppio non arriva, e allora il Pordenone ci crede ancora. Al 42′ Cotali calcia una punizione dalla trequarti, capitan Trentin sceglie bene il tempo dell’inserimento e devia al volo: palla fuori non di molto.

Il computo delle occasioni, a fine partita, è netto. Il Milan ha costruito 12 opportunità, di pericolosità media ed elevata, il Pordenone 2, evidenti. C’è la sensazione, però, che i giovani rammari abbiano un’anima: la sfida coi rossoneri gli lascerà qualcosa che potrà tornare molto utile per il prosieguo della stagione.

PORDENONE-MILAN 0-1

MARCATORE Al 20′ Brescianini.

PORDENONE (4-3-1-2) Ronco; Carraretto, Tomasi, Trentin, Yabre (33′ st Basso); Pinto, Cotali, Bric (33′ st Santo); Sbaraini (29′ st Sanzovo); Bertoli (28′ st Spader, Osayande (1′ st Banse). All. Favaretto.

MILAN (4-3-1-2) Jungdal; Barazzetta (30′ st Borges), Merletti, Potop, Stanga; Sala, Brambilla (30′ st Frigerio), Brescianini; Olzer (17′ st Haidara); Tonin, Capanni (17′ st Pecorino). All. Giunti.

ARBITRO Bordin di Bassano del Grappa.

NOTE Ammoniti Merletti e Bric. Calci d’angolo 9 a 0 per il Milan. Recupero 0 e 4.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy