De Paul, l’Udinese non cede sul prezzo

De Paul, l’Udinese non cede sul prezzo

E se per De Paul non dovessero arrivare offerte così elevate, visto che il giocatore è tecnicamente forte, ma in molte partite ha giocato col freno a mano tirato dimostrando anche una certa incompatibilità tattica con altri ruoli a lui proposti?

di Redazione

Trenta milioni, da qui non si scappa: chi vuole Rodrigo De Paul non deve pensare a contropartite, ma piuttosto a rimpolpare le casse dell’Udinese la quale poi penserà ad altre due cessioni per fare cassa e sistemare il bilancio in vista degli ultimi due acquisti (un laterale sinistro e un centrocampista).

E se per De Paul non dovessero arrivare offerte così elevate, visto che il giocatore è tecnicamente forte, ma in molte partite ha giocato col freno a mano tirato dimostrando anche una certa incompatibilità tattica con altri ruoli a lui proposti? Difficile dare una risposta certa, l’Udinese non può trattenere per il secondo anno un giocatore che è perfino uscito allo scoperto (“voglio giocare la Champions”), col rischio di trovare malcontento, ma soprattutto una insana concorrenza davanti visto che l’argentino sarebbe “costretto” a giocare cambiando di fatto i già ambigui piani tattici futuri, visto che l’ossatura della squadra per ora è rimasta la stessa dello scorso anno (Jajalo l’unico possibile titolare per ora).

Per cui si presume che l’Udinese col passare del tempo abbasserà le pretese, ma rimane il fatto che in Italia ci sono sì voci su di lui, ma poca concretezza visto che proprio il prezzo abbinato al rendimento complessivo di questi due anni non convincono. In Spagna il Valencia si era fatto sotto, ora c’è da capire se l’interesse c’è.

Per ora il mercato dell’Udinese gira qui, mentre per Fofana come abbiamo spiegato la voce del Torino è da bollare come tale, se non altro per il solito motivo che Pozzo vuole monetizzare e non avere contropartite che potrebbero risultare solo doppioni per adesso. Anche qui ribadiamo che la pista estera è tutt’altro che da scartare.

Non ci sono offerte ancora per Larsen, mentre Machis è vicinissimo al rientro a Granada come annunciato da tempo su queste pagine.

In entrata si aspetta di vendere per poi capire come assestare la squadra in campo e quindi intervenire: Tokoz come mediano sembra ancora troppo caro (10 milioni e il Besiktas su questo non molla avendo altre offerte), mentre per la fascia sinistra con Pezzella verso Parma c’è una voragine da colmare, ma mancano ancora nomi di spicco da portare, a meno che non si voglia confermare Samir come terzino, ma sarebbe comunque poco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy