Udinese, il perché è tornato Zeegelaar e le operazioni in cantiere

Udinese, il perché è tornato Zeegelaar e le operazioni in cantiere

Per il resto solo uscite, ma non di grido. Le voci su De Paul, Mandragora e Fofana per ora sono da bollare come tali, anche se nel mercato come si è visto mai dire mai.

di Redazione
News Udinese, Zeegelaar squalificato.

L’Udinese ha ripreso Marvin Zeegelaar, proveniente dal Watford. Come già detto venerdì’ 24 il laterale sinistro arriva a titolo definitivo, sottoscrivendo un contratto fino al 30 giugno 2022.
“Quello di Marvin – commenta il responsabile dell’area tecnica Pierpaolo Marino – è un ritorno graditissimo di un giocatore che sarà prezioso per noi”.

Ma perché è tornato l’olandese che sembrava titubante? Il giocatore olandese ai margini al Watford, non sembrava avere molto mercato. Pare che ci sia stato anche qualche dissapore con la proprietà per via proprio di mancati trasferimenti. L’anno scorso dopo l’esperienza di Udine non sembrava proprio disposto a rimanere in bianconero, poi anche in Inghilterra le cose non sono andate bene e la saggezza di chi gli sta vicino lo ha convinto che il Friuli potrebbe essere il trampolino di lancio definitivo, sempre che la testa sia pienamente concentrata. Il punto ora sarà qui e il compito di Gotti sarà adattare questo giocatore che vorrebbe avere la maglia da titolare a giocarsela alla pari con Sema. Zeegelaar può dare più qualità in fase difensiva, lo svedese quando si deve attaccare, ma entrambi potrebbero essere utili se il tecnico dovesse decidere di passare a un 4-4-2. vedremo.

Per il resto solo uscite, ma non di grido. Le voci su De Paul, Mandragora e Fofana per ora sono da bollare come tali, anche se nel mercato come si è visto mai dire mai. Ma è molto difficile che questi tre partano, mentre si tratta ancora per le cessioni di De Maio (comunque non prioritaria), Teodorczyk, Walace.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy