MUD
I migliori video scelti dal nostro canale

udinese

Atalanta-Udinese | Sottil: “Questa è la squadra che voglio. Sono contento”

Sottil
Il tecnico piemontese ha analizzato il pareggio per 0-0 contro la compagine lombarda guidata da Gasperini. Ecco le sue dichiarazioni a Dazn

Redazione

Un Sottil molto più soddisfatto, rispetto a domenica scorsa, quello visto stasera ai microfoni di Dazn. L'allenatore friulano ha analizzato la gara dopo il pareggio a reti bianche andato in scena questa sera al Gewiss Stadium. Ecco le sue parole nel post-partita.

Un commento su questo pareggio?

"Venire a giocare qui a Bergamo è sempre difficile. L'Atalanta è una squadra forte che gioca un calcio bellissimo, veloce e con giocatori di grande qualità. Io penso che meritavamo questo pareggio. Siamo stati uniti e abbiamo difeso con ordine, creando nella prima frazione anche qualche chance per portarci in vantaggio. La squadra mi è piaciuta. Chi è subentrato ha avuto la mentalità giusta di andare forte su tutti i palloni"

E' contento di aver ritrovato l'imbattibilità che mancava dalla vittoria di Marassi?

"E' chiaro che è questa l'Udinese che mi piace. In settimana abbiamo analizzato gli episodi che ci hanno impedito di vincere le ultime partite, con un confronto molto diretto e sereno. Oggi ho visto quella voglia da parte di tutti che piace al sottoscritto: è il Noi che conta no l'Io. Questo pareggio è motivo di soddisfazione per tutti".

Per la prima volta in stagione è andato in campo senza i giocatori qualitativi dal 1', come mai?

"Ovviamente faccio delle valutazioni in base a dove vado a giocare. Oggi a Bergamo avevo bisogno di questo tipo d'interpretazione, perchè l'Atalanta è una squadra capace di schiacciarti. Pereyra è tre settimane che combatte con i fastidi muscolari e quindi ho preferito risparmiarlo all'inizio, per poi tenerlo fresco nel finale di partita, perchè lui ha le qualità per gestire il pallone nei momenti decisivi. Thauvin sta riacquistando la forma migliore e quindi anche lui è partito dalla panchina. Arslan è partito titolare per avere un centrocampo più robusto e più tattico". 

Le parole del mister

—  

E' stata una scelta abbassarsi nel secondo tempo?

"Per me, la fisicità di Success e la velocità di Beto nel primo tempo hanno dato molto fastidio alla difesa atalantina. Poi è arrivata anche un po'di stanchezza per Isaac. In attacco di ruolo non ho una punta con Nesto ancora infortunato. Ovviamente dall'altra parte c'è un'Atalanta capace di inserire giocatori formidabili come Muriel. Era naturale abbassarsi un po'."

Quanto manca per vedere il vero Thauvin?

"Florian sta crescendo a livello di intensità e numeri. Deve ritrovare l'agonismo della serie A . E' un giocatore di grande qualità, ma ci sta che in due anni di campionato messicano un po' di ritmo lo perdi. In allenamento lavora duramente, quindi sono sicuro che d'ora in avanti ci darà una grande mano".

I bianconeri vogliono fare la differenza, ma al momento non riesce ad arrivare la vittoria. Cambiando rapidamente discorso, ma restando sul tema partita. Non perdere tutti i voti assegnati questo pomeriggio.  Ecco le pagelle di Atalanta-Udinese <<<