Basta! Non si può continuare a sbagliare così tanti gol!

Basta! Non si può continuare a sbagliare così tanti gol!

Sarebbe stata una sconfitta incredibile, allucinante, pazzesca e senza alcun dubbio
immeritata. Purtroppo di bomber l’Udinese non ne ha e sta rischiando sulla propria pelle, stagione dopo
stagione, la sua permanenza in serie A.

di Redazione

Sarebbe stata una sconfitta incredibile, allucinante, pazzesca e senza alcun dubbio
immeritata.
Giocato bene, dominato, assediato, tirato tante volte verso la porta, colpito due legni e
create tante azioni da gol.
Eppure a nove minuti dal termine, a passare in vantaggio, immeritatamente, è stato il
Brescia complice l’ennesima cappella difensiva, questa volta ad opera di De Maio.
Il francese ha avuto la geniale idea di rimettere di testa in area un pallone che avrebbe
potuto tranquillamente consegnare tra le braccia di Musso ed invece lo ha messo su di un
piatto d’argento a Bisoli, difensore del Brescia che non ci ha pensato su tanto ed ha calciato
deciso sul secondo palo battendo il portiere bianconero.
Un difensore, oltretutto avversario, è stato più rapido e preciso dei nostri attaccanti, ancora
una volta inconcludenti sotto porta.
Non ci sono scuse, non si può sempre dare colpa alla sfortuna, si tratta di manchevolezza
tecnica, cattiveria sotto porta ma soprattutto fiuto del gol, quello che dovrebbe
contraddistinguere un vero bomber.
Purtroppo di bomber l’Udinese non ne ha e sta rischiando sulla propria pelle, stagione dopo
stagione, la sua permanenza in serie A.
Ci ha pensato De Paul, in pieno recupero oltre il novantesimo a riprendere la partita, a
riportarla in parità, trovando lo spiraglio giusto dopo l’ennesima percussione nell’area
bresciana, evitando una sconfitta che avrebbe avuto certamente ripercussioni pesanti nello
spogliatoio e fuori.
Una partita che poteva essere chiusa già dai primi minuti e che invece ha rischiato di far
saltare le coronarie e la pazienza a tanti tifosi bianconeri.
Basta, non si può continuare a sbagliare così tanti gol!

Minotti Paolo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy