MUD
I migliori video scelti dal nostro canale

udinese

News Udinese / Bijol: “Dobbiamo continuare così, col Bologna per vincere”

Jaka Bijol
Il centrale sloveno ha parlato ai microfoni di Udinese Tv nel solito appuntamento serale del lunedì. Ecco le sue parole

Redazione

Altra puntata di Udinese Tonight e altro ospite d'eccezione. Questa sera è il turno di Jaka Bijol, difensore arrivato in estate dal Cska Mosca e già insostituibile nella retroguardia friulana. Jaka è stato anche l'autore del gol che ha regalato gli ultimi tre punti ai friulani, quello siglato al Bentegodi contro il Verona che è valso il 2-1 finale. Il suo impatto è stato importante, tanto da relegare un giocatore esperto come Nuytinck alla panchina prima e alla cessione poi. Ecco le sue parole durante l'appuntamento di oggi.

Cos' è cambiato rispetto all'avvio di stagione?

"Non è un problema di motivazioni. Noi vogliamo vincere sempre. Era difficile fare i tre punti contro la Juve, per 90' minuti devi rimanere sempre concentrato e non è facile. La prossima partita con il Bologna sarà fondamentale. Le vittorie ci avevano dato confidenza, ora è un momento difficile perché non riusciamo a raccogliere i frutti di quanto seminiamo."

Qual è stato il momento più bello fin ora con la maglia bianconera?

"Il momento più bello è stato sicuramente il gol contro l'Inter nel nostro stadio, davanti ai nostri tifosi. E' stato un momento speciale per me. Mi sono ambientato fin da subito qui, molti giocatori mi hanno aiutato. Ci sono molti balcanici in squadra come Nesto e Samardzic e loro mi hanno aiutato con la lingua a farmi capire e a inserirmi. Sono anche a due ore di macchina dalla mia famiglia e questa è una cosa che aiuta tanto. Sono stato la prima volta a Udine a vedere Udinese-Milan quindici anni fa."

E' vero che sei nato centrocampista e dopo ti hanno spostato dietro?

Io giocavo a centrocampo. Poi l'anno scorso, al Cska, l'allenatore Berezutski mi ha visto in allenamento e mi ha subito spostato tra i centrali. Ora anche in Nazionale gioco in quel ruolo e posso dire che mi sento un difensore a tutti gli effetti. A Mosca ho anche giocato per un periodo con Becao. Qui è migliorato sia con i piedi che di fisico. E' un giocatore molto forte e un leader del nostro spogliatoio. Tornando al gol con la Juve abbiamo dormito tutti, e per questo dobbiamo migliorare, ma io sono abituato a guardare sempre oltre".

Cambiando rapidamente discorso, non perdere tutte le ultime in vista dei prossimi incontri. Un nuovo obiettivo per l'attacco <<<