Coronavirus, Mazzola: “I calciatori donassero un parte del loro stipendio alla ricerca”

Coronavirus, Mazzola: “I calciatori donassero un parte del loro stipendio alla ricerca”

L’ex calciatore Sandro Mazzola chiede aiuto per la ricerca contro il Coronavirus. I calciatori potrebbero donare una parte del loro stipendio

di Redazione
Coronavirus: parla Sandro Mazzola

Ancora una volta l’Italia si dimostra esse un Paese diviso in due. C’è chi si sente preoccupato dalla diffusione dal Coronavirus, e chi invece crede che si stiano creano degli inutili allarmismi. Fatto sta che le contromisure adottate dallo Stato si sono rivelate radicali. Addirittura alcune regioni d’Italia sono state chiuse e qualcuno, come in Lombardia, sta lasciando la propria terra per fare tappa in luogo più “sicuro”. Una cosa è certa, se i calciatori donassero alla ricerca una piccola percentuale del loro incasso, si farebbero dei passi in avanti considerevoli verso la cura. Questa è la lodevole iniziativa lanciata dall’ex calciatore Sandra Mazzola. La bandiera dell’Inter ha espresso questo pensiero alle colonne de Il Giornale. Il quotidiano ha riportato le dichiarazioni dell’ex talento nerazzurro della Nazionale:

“Il momento in Italia è complicato, quindi credo che sarebbe giusto se anche qualche calciatore facesse alcuni sacrifici. Spesso chi gioca a calcio viene definito come superficiale, ora si ha la possibilità di dimostrare che in realtà non è così. I giocatori della Serie A guadagnano milioni di euro, potrebbero donare il 5% del loro stipendio alla ricerca. Così facendo aiuterebbero sia le loro società limitandone le perdite, che la lotta al Coronavirus”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy