Il giudice di pace: via le scritte Dacia arena dallo stadio Friuli

Il giudice di pace: via le scritte Dacia arena dallo stadio Friuli

Nuova ordinanza, questa volta da parte del giudice di Pace riguardo le scritte dello sponsor sulle curve che danno anche il nome al ‘Friuli’

di Redazione

L’Udinese perde ancora sul campo del nome dello stadio, questione oramai annosa che ha acceso anche gli animi di molti tifosi che non hanno mai gradito che il ‘Friuli’ prendesse il nome dello sponsor. Come riporta il Messaggero Veneto, Il giudice di pace Carla Milocco, che in precedenza aveva sospeso l’ordinanza comunale di demolizione delle insegne Dacia arena allo stadio Friuli, ha deciso di modificare il precedente decreto chiedendo all’Udinese di oscurarle in attesa della sentenza d’Appello. Ma i legali della società bianconera Luca De Pauli e Andrea Franchin hanno impugnato l’atto in Cassazione. E, almeno per il momento, le insegne resteranno al loro posto.

In attesa della sentenza definitiva ricordiamo che la scritta sulle curve è “Fuori legge” per molti giudici (Tar, Consiglio di Stato, Cassazione e Tribunale civile) ma non ancora per tutti. Sempre secondo il quotidiano per avere la parola fine servirà attendere la sentenza della Corte d’appello che potrebbe arrivare alla fine del 2020.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy