Musso, il protagonista silenzioso che regala punti all’Udinese

Musso, il protagonista silenzioso che regala punti all’Udinese

Strepitoso il doppio intervento contro il Verona: il portiere argentino, dopo De Paul, è il talento bianconero più fulgido. E dimostra che il club friulano non ha smarrito del tutto il feeling col mercato

di Redazione

Il doppio, miracoloso intervento grazie al quale domenica, al tramonto del primo tempo, ha mantenuto la sua porta inviolata, è stato l’ultimo di una lunga serie. Juan Musso, a nostro giudizio, dopo De Paul è il talento più fulgido a disposizione di Gotti: un portiere tra i migliori della Serie A, un punto di forza dell’Udinese, alla quale anche in questa stagione ha permesso di conquistare un numero rilevante di punti.

L’argentino, arrivato in Friuli dal Racing nell’estate 2018, dopo alcune partite non del tutto alla sua altezza contro il Verona si è ripreso la scena. Lo ha fatto nel modo che gli è più congeniale: da protagonista silenzioso. Portiere affidabile, ragazzo serio, non a caso diversi grandi club hanno messo gli occhi su di lui, il cui contratto scade il 30 giugno 2023. Il futuro pare sorridergli anche in ottica Nazionale; per il momento Musso pensa soprattutto all’Udinese, ma i suoi orizzonti potrebbero ampliarsi a breve. Con buona pace dei tifosi friulani.

In questo campionato l’estremo difensore di San Nicolàs ha collezionato otto clean sheet, come Foster, portiere del Watford: Musso è al 23° posto, in questa classifica, a livello dei cinque principali campionati europei (precede il collega inglese in virtù del minor numero di gol subiti, 34 contro 40).

Cresciuto esponenzialmente dopo il suo arrivo in Italia, oggi il suo cartellino, secondo il sito specializzato Transfermarkt.it, vale 15 milioni di euro: erano dieci un anno fa, l’Udinese ne ha spesi quattro per acquistarlo. Per il club bianconero oggi Musso significa tante cose: una certezza per il presente, ma anche una fonte di incasso cospicuo quando la società deciderà di privarsene.

Non da ultimo, dimostra che l’Udinese ha ancora la capacità di pescare giocatori di talento, un’eccezione, a dire il vero, nelle ultime, opache sessioni di mercato.

Massimo Pighin

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy