Paradosso Udinese, peggior attacco ma miglior difesa

Paradosso Udinese, peggior attacco ma miglior difesa

Una cosa è certa: le vittorie si fondano sul primo non spenderle. C’è un vecchio detto, ma sempre attuale. Certo è che non basta vincere 1-0, serve più concretezza perché la difesa sarà anche stata messa a posto, ma un errore ci scappa sempre

di Redazione

L’Udinese è una squadra a dir poco strana: la miglior difesa e il peggior attacco. Valla a capire. Una cosa è certa: le vittorie si fondano sul primo non spenderle. C’è un vecchio detto, ma sempre attuale. Certo è che non basta vincere 1-0, serve più concretezza perché la difesa sarà anche stata messa a posto, ma un errore ci scappa sempre e non è detto che si incappi nella giornata storta di Belotti come capitato col Toro.

Gianluca Di  Marzio spiega così nel suo sito questa insolita statistica:  4 gol fatti e 6 subiti: i bianconeri convivono con lo strano record di peggior attacco (insieme alla Sampdoria) e miglior difesa del campionato

Dimenticatevi gli anni di Di Natale e Iaquinta, Amoroso o Bierhoff, quando gli attaccanti bianconeri chiudevano regolarmente tra i più prolifici della Serie A. Oggi non sarà la miglior Udinese di sempre, ma il decimo posto della squadra di Tudor non è quello di una squadra in crisi. Sterile semmai, quello sì, ma granitica. Cosa spiega il bunker totale dei friulani? Innanzitutto l’abbottonato 3-5-2 dell’allenatore croato. L’unico giocatore di fantasia è De Paul, ma l’argentino ha saltato tre partite e mezza per l’espulsione rimediata contro l’Inter e questo contribuisce a spiegare i rifornimenti a singhiozzi per Okaka e Lasagna, tre gol in due fin qui. Dall’altro lato c’è il fattore Musso. 4 gare su 8 chiuse a porta imbattuta, prestazioni super anche quando l’Udinese non vince (musica, per i fantacalcisti) e sempre più sicurezza da numero 1. Davanti a lui, Samir e il nuovo acquisto Becao (in gol all’esordio contro il Milan) stanno giocando ad alti livelli, la squadra sta riflettendo quello che era il gioco, da calciatore, del suo allenatore. Difensore innanzitutto, adattabile alle circostanze.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy