Per ritrovare la vittoria l’Hellas V. si affida alla difesa e a Stepinski

Per ritrovare la vittoria l’Hellas V. si affida alla difesa e a Stepinski

La squadra di Juric ha subito 4 gol: hanno fatto meglio solo Inter, Lazio e Milan. Con l’Udinese tornerà Stepinski

di Redazione

Per l’Udinese la trasferta al Bentegodi di domani, martedì 24 settembre (inizio alle 19), rappresenta un crocevia fondamentale, nonostante il campionato sia solo all’inizio. Senza fare riferimento alla storica – e accesa – rivalità tra le due tifoserie, fattore che rende la sfida ancora più complicata. Che squadra si troveranno di fronte gli uomini di Tudor? Si parta dal dato di fatto più lampante: anche il Verona ha bisogno di punti, visto che nelle ultime due partite hanno incassato altrettante sconfitte. Contro Milan e Juventus, però, ovvero con avversari di maggior tasso tecnico, e rimanendo in partita sino alla fine (coi rossoneri il Verona ha giocato in dieci per oltre 70 minuti a causa dell’espulsione di Stepinski).

Il Verona, insomma, sembra attraversare un periodo migliore dei bianconeri, che precede in classifica con un punto in più. Viste le prime prestazioni stagionali, è probabile che Juric e il suo staff abbiano impostato la preparazione con l’obiettivo di dare forma a una partenza-sprint, elemento che può risultare decisivo nella corsa-salvezza. C’è un altro fattore da osservare con attenzione. A fronte dei soli 3 gol segnati, gli scaligeri ne hanno subiti 4: attualmente hanno la quarta miglior difesa della Serie A (in coabitazione con la Juventus), dopo Inter, Lazio e Milan.

Tornando a Stepinski, poi, domani tornerà disponibile e potrebbe essere schierato al centro dell’attacco: l’ex Chievo, che ha macchiato il suo esordio col rosso, verosimilmente vorrà spaccare il mondo. In relazione alle scelte di formazione, il tecnico croato sembra intenzionato a riproporre il 3-4-2-1. In porta dovrebbe giocare Silvestri, il pacchetto difensivo dovrebbe essere composto da Rrhamani, Dawidowicz e Gunter, mentre sulle fasce dovrebbero agire l’ex Udinese Faraoni (a destra) e Lazovic (sinistra). In mezzo probabile conferma per Amrabat e Veloso (autore del gol del vantaggio contro la Juventus), mentre a ispirare Stepinski dovrebbero essere chiamati Zaccagni e Verre.

Juric non potrà contare su Kumbulla (squalificato) e su Bocchetti, l’ex Badu, Crescenzi e Bessa (infortunati).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy