Pizzul: Capiremo se la presenza del numero 10 è irrinunciabile

Pizzul: Capiremo se la presenza del numero 10 è irrinunciabile

Bruno Pizzul sul numero 10 dell’Udinese, assente nelle prossime gare

di Redazione

Bruno Pizzul, nel suo approfondimento sulle pagine del Messaggero Veneto, si è soffermato sul caso De òpauòl: “Inflessibile, la mano del giudice sportivo ha colpito De Paul con la sanzione massima prevista in casi del genere, si sperava che la squalifica fosse di due turni e invece sono arrivati i temuti tre. La società farà ricorso nella speranza che venga condonata una giornata all’incauto argentino che, per la verità, nella circostanza ha dimostrato di essere poco in linea con gli atteggiamenti tipici dei suoi connazionali, abili di solito nella provocazione per far scattare la reazione dell’avversario con ovvie conseguenze. Purtroppo stavolta è stato lui a non controllarsi con il fastidioso e scorretto Candreva.Ora Tudor deve subito farci vedere che la presenza del numero 10 non costituisce qualcosa di irrinunciabile per l’Udinese, lo aveva ripetutamente detto quando sembrava che De Paul dovesse finire in qualcuna delle tante squadre che lo volevano e lo ribadisce anche adesso. Tra l’altro è abbastanza diffusa la sensazione che il talentuoso giocatore sia utilizzato in modo non ottimale, rispetto alle caratteristiche, proprio da Tudor che lo impiega in una zona del campo dove gli riesce più difficile diventare pericoloso per il portiere avversario“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy