Questa volta Gotti cambierà qualcosa?

Questa volta Gotti cambierà qualcosa?

La sensazione è che sabato a Bologna qualcosa di diverso rispetto alle ultime partite ci
sarà, il reparto più accreditato per eventuali modifiche è ovviamente l’attacco ma non è da
escludere nemmeno un clamoroso cambio di modulo

di Redazione

Squadra che non vince non si cambia.
Il mister bianconero sembra aver capovolto quello che una volta era un detto calcistico.
Eppure i risultati dicono proprio questo, nelle ultime cinque partite nessuna vittoria e gli
undici giocatori scesi in campo, infortuni e squalifiche a parte, sono più o meno sempre gli
stessi. Così come i cambi effettuati a partita in corso, gli stessi.
La scelta logica di Gotti è chiaramente quella di cementare una formazione che nonostante
le tre sconfitte con Milan, Parma e Inter e i due pareggi con Brescia e Verona sta
effettivamente crescendo sotto il profilo del gioco, della condizione fisica, mentale e
caratteriale.
Il miglioramento è sotto gli occhi di tutti, il problema però è che le vittorie non arrivano e
qualcosa bisogna pur fare.
Insistere con gli stessi giocatori o provare a cambiare?
Il dito è stato puntato sulla scarsa vena realizzativa degli attaccanti, una conseguenza
normale, anche se tutta la squadra deve migliorare sotto porta quando si presentano le
occasioni.
Mister Gotti è una persona attenta e intelligente, sa benissimo che se pur mettendo la
formazione migliore, e quella che finora ha schierato probabilmente lo è, non ottieni
risultati, devi intervenire, cambiare qualcosa.
La sensazione è che sabato a Bologna qualcosa di diverso rispetto alle ultime partite ci
sarà, il reparto più accreditato per eventuali modifiche è ovviamente l’attacco ma non è da
escludere nemmeno un clamoroso cambio di modulo.
Il momento per farlo è adesso.

Minotti Paolo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy