Tudor: “Unico obiettivo rimanere in Serie A”

Tudor: “Unico obiettivo rimanere in Serie A”

L’unico obiettivo è di rimanere in serie A, viste le stagioni precedenti. Poi è chiaro che si vuole fare bene, ma mi sembra assurdo parlare di Europa

di Redazione

Igor Tudor è alla prima ufficiale di stagione. Basta amichevoli, ora sei fa sul serio con la coppa Italia contro il Sudtirol: “Come sarà la stagione lo vedremo in corso. Ci sono desideri, speranze e poi c’è la realtà. A parole è tutto facile, ma bisogna vedere i fatti. I fatti sono che noi vogliamo fare bene e sono sicuro che questa squadra potrà fare bene, ma la rosa è rimasta più o meno come l’anno scorso in questo momento. L’unico obiettivo è di rimanere in serie A, viste le stagioni precedenti. Poi è chiaro che si vuole fare bene, ma mi sembra assurdo parlare di Europa. quello che voglio è una squadra compatta e tosta, con più calcio rispetto all’anno scorso”.

Per la Coppa Italia “non mi aspetto una gara facile. Siamo favoriti, sono sicuro che passiamo il turno”.

Poi su De Paul e il mercato aggiunge che “tutti penso siano d’accordo che sia una pazzia che non si sia già chiuso il mercato. Questo turba non solo l’allenatore, ma anche i giocatori. La Fiorentina lo vuole e anche noi vogliamo Chiesa, ma costa 100 milioni. Io sono qui per allenare.  Vedo ad esempio un Cagliari che ha fatto una squadra impressionante, il Genoa che si rafforza, il Parma ha preso Insigne, bene anche Spal  e Bologna. LA fascia sin tra? Ter Avest ha un problema a sinistra. Abbiamo due giocatori, ne servono quattro. La società lo sa”.

Infine chiude specificando che “non sono scontento, lo sono quando sento parlare di Europa. Io sono realista. Se si portano 4 o 5 pezzi importanti si può parlare di Europa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy