Udinese, con la SPAL vietato sbagliare

A Ferrara sarà essenzialmente una sfida di testa e la concentrazione la chiave di volta della partita

di Redazione

A Ferrara sarà essenzialmente una sfida di testa. La SPAL è alle ultimissime chiamate per salire in corsa sul treno salvezza. Con 19 punti fin qui raccolti e il peggior attacco della Serie A, gli uomini di Di Biagio dovranno fare in una partita tutto quello che non sono riusciti a fare e ad essere in una stagione: aggressivi, concentrati, cinici. “Dobbiamo cercare e pensare di vincere una partita per poi ripartire. Continuo a pensare che si possa fare bene e si possa centrare una salvezza miracolosa” queste le parole di Di Biagio in conferenza pre Spal-Udinese.

L’Udinese dal canto suo, forte (si fa per dire) dei suoi +5 dalla zona rossa e con una partita in meno, scenderà in campo attenta a lasciare il gioco agli spallini quanto serve per aspettare il momento giusto e colpire, ora che l’attacco si è rinfrancato del ritorno al gol. Gotti vuole chiudere il discorso salvezza: “Ci auguriamo di poter sistemare la classifica quanto prima” si ripromette il tecnico. Ma, si sa, l’Udinese è brava a complicarsi la vita (Genoa docet).

Ad imbrogliare la matassa, la vittoria del Lecce sulla Lazio che ributta gli uomini di Liverani dentro l’arena della salvezza. Ma 5 punti, tanto il fazzoletto in cui Sampdoria, Udinese, Torino, Lecce e Genoa manovrano per scansare il terzultimo posto, sono veramente pochi, un rigore concesso o meno, una disattenzione quanto un colpo di classe: facile come singoli episodi possano a questo punto decidere l’ordine della classifica. 

L’Udinese può dare in chiave salvezza un vero colpo di reni vincendo a Ferrara, supererebbe infatti la Sampdoria e il Torino e aggancerebbe la Fiorentina in 13esima posizione. La Serie A sarebbe praticamente ipotecata. Impresa sulla carta fattibilissima ma proprio per questo è vietato sbagliare, di punti ne sono già stati buttati via abbastanza, vedi col Bologna o con il Genoa. Tanto più che dopo SPAL e Sampdoria, l’Udinese avrà una settimana terribile: Lazio, Napoli e Juventus. La concentrazione sarà la chiave di volta della partita e, una volta tanto, sarebbe bello per i tifosi bianconeri poter festeggiare un altro anno in A in anticipo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy