Udinese, formazione che non cambia. Palermo ultimissima spiaggia

Per il Palermo è anche meno dell’ultima spiaggia la gara di Udine che potrebbe sancire una retrocessione quasi annunciata. Per i bianconeri l’occasione di allungare e salvarsi virtualmente. Dubbio Felipe

di Monica Valendino, @Moval1973

Pochi giorni alla gara col Palermo che potrebbe sancire la salvezza virtuale dell’Udinese. Per questo Delneri non lascia nulla al caso e punta come sempre molto sulla tattica, specie difensiva, dove è dura rivedere Felipe ricomponendo il quartetto base formato da Samir, Danilo e Widmer e Angella. Un quartetto d’archi che già attira attenzioni di mercato. Vedremo se sono tali e o se c’è qualcosa di concreto. Di certo Angella si attendeva di più, per questo una cessione non la si esclude.

Ma sono altri discorsi. In mezzo poche scelte, Jankto, Hallfredsson e Kums che dovranno innescare un redivivo Zapata (anche per lui impazza il mercato) e, De Paul (l’Udinese crede in lui e alla fine lo confermerà) e Thereau( contratto nuovo, ma se l’OM….).

Questa la situazione bianconera. Il Palermo intanto ha proseguito la preparazione. Doppia seduta d’allenamento per i rosanero, che al “Tenente Onorato” di Boccadifalco questa mattina si sono alternati tra esercizi di attivazione in palestra, navette sprint in campo ed esercitazioni tecnico-tattiche. Nel pomeriggio, invece, dopo l’attivazione muscolare e il consueto riscaldamento tecnico, per la squadra di Lopez partita a tema e partitelle in porzione ridotta del campo. Ilija Nestorovski e Giuseppe Pezzella hanno lavorato regolarmente con i compagni. Lavoro differenziato, invece, per Andrea Rispoli e Stefan Silva. Fisioterapie, infine, per Sinisa Andelkovic e Slobodan Rajkovic.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy