Udinese: il punto. Gerolin: Porte chiuse? Penalizzata la squadra di casa

Udinese: il punto. Gerolin: Porte chiuse? Penalizzata la squadra di casa

Da ex giocatore dico che disputare una partita senza pubblico è irreale. E’ logico che la squadra di casa senza tifosi è penalizzata, ne patisce di più.  La Fiorentina è una grande squadra, vuole arrivare a livelli importanti

di Redazione

Mattinata di allenamento martedì per l’Udinese in vista dell’anticipo casalingo contro la Fiorentina in programma sabato alle 18. Scatti e navette hanno caratterizzato la prima parte della seduta, poi la squadra ha provato diverse situazioni di gioco a tutto campo, per poi concludere con delle partitelle 7 contro 7 a campo ridotto. Sebastien De Maio e’ rientrato in campo per svolgere un programma personalizzato, lavoro in palestra per Ken Sema, entrambi indisponibili contro i viola al pari di Prodl.

Intanto l’ex dirigente bianconero Manuel Gerolin ha parlato così oggi a Lady Radio di Udinese-Fiorentina: “La porte chiuse? E’ una direttiva del governo che va rispettata, a tutela di tutti i cittadini. Logico che una gara a porte chiuse è irreale, perché il calcio ha bisogno del tifo. Mancherà la carica che ti dà la gente. Da ex giocatore dico che disputare una partita senza pubblico è irreale. E’ logico che la squadra di casa senza tifosi è penalizzata, ne patisce di più.  La Fiorentina è una grande squadra, vuole arrivare a livelli importanti, ma ad ora penso che Chiesa pretenda qualcosa in più. Logico che davanti alle richieste della Juve e di grandi club europei non sarà semplice trattenerlo a Firenze”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy