Udinese, Marino: “Ripartenza come inizio campionato, speriamo di stupire da subito”

Il Ds bianconero ha parlato al canale ufficiale

di Redazione

Il Ds bianconero ha parlato al canale ufficiale.

“Il Governo ha preteso che si partisse dalla Coppa Italia, era una condizione non negoziabile imposta al fine di avere a disposizione una settimana in più, prima di cominciare a pieno regime, per monitorare ulteriormente la situazione. Non ci sono stati litigi in Assemblea di Lega, si è votata all’unanimità la disposizione del calendario con la precedenza alla Coppa.  A noi va bene così perché con ulteriori 10 giorni in più si riduce il rischio infortuni. 

La pandemia sta arretrando ma bisogna comunque essere cauti, ci sono ancora tanti nodi da sciogliere. Ad esempio se il campionato dovesse tornare a fermarsi, c’è da capire come si cristallizzerà la classifica  e poi c’è il nodo dei contratti. Ricordiamo che 92 giocatori sono in svincolo, accetteranno di prolungare i contratti come suggerito dalla UEFA? C’è sul tavolo ancora tanta matassa da sbrogliare”.

“Infine, è chiaro che anche l’AIC non dovrà esagerare riguardo le pretese sulle fasce orarie delle partite. Già in passato sono stati fatti sacrifici, senza contare poi le partite dei primi turni di Coppa Italia che vengono giocate nei pomeriggi di agosto, quindi non credo che siano questi i problemi reali. Piuttosto, come detto prima, di ben altra natura sono le problematiche precedentemente elencate

“I nostri calciatori si sono comportati in maniera eccezionale – prosegue il direttore parlando dello stato di forma della squadra – hanno lavorato e nessuno si è lasciato andare”.

“Calendario difficile? Per noi è positivo affrontare avversari ostici all’inizio. Questo è come un inizio di campionato quando c’è ancora la possibilità di sorprendere. La squadra è un gruppo sano, lavora in maniera alacre, sono fiducioso che la squadra ci porterà all’obiettivo prefissato e speriamo anzi di poter stupire da subito”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy