Udinese, parola al campo. Si riparte dai Viola con Gotti che non cambierà molto

Udinese, parola al campo. Si riparte dai Viola con Gotti che non cambierà molto

Gotti ha recuperato  Sema, De Maio e Samir. Tutti a disposizione quindi ma con una formazione che non dovrebbe cambiare di molto se non con l’ex Bologna che potrebbe giocare in difesa con Nuytinck ed Ekong. Per il resto nessuna novità con Okaka e Lasagna ancora coppia davanti, anche se Nestorovski rimane in lizza.

di Redazione

L’Udinese alla fine giocherà a porte chiuse: dopo che la scorsa settimana è andato in scena un balletto sconcertante su come disputare la Serie A, alla fine è intervenuto il Governo a mettere fine agli interessi di bottega che stavano cadendo in farsa. Contro la Fiorentina per recuperare il turno rinviato su pressione di alcuni club, quello bianconero compreso, quando poteva già essere disputato a porte chiuse come era ovvio doveva essere.

Così Gotti avrà avuto tempo per studiare a fondo i Viola. E nelle prove fatte col Cjarlins Muzane a guardare in segreto i bianconeri c’erano anche Gianpaolo Pozzo e il dg Franco Collavino. Un primo tempo a dir poco preoccupante finito 1-1, una ripresa decisamente più concreta. Una squadra a due facce come del resto lo è sempre stata. Alla fine è stato  13-1, quando mister Moras ha messo i ragazzini e Rodrigo De Paul entrato nel secondo tempo ha “giocato” contro di loro. Insomma nessuna indicazione sullo stato di salute dei friulani che ora devono giocare in un contesto che li responsabilizzerà ancora di più. Da soli devono uscire dalla fanghiglia in cui si sono cacciati.  Servirà trovare il gol, ma non come in amichevole dove solo nel secondo tempo “don Rodrigo” ha fatto poker, il quasi dimenticato Teodorczyk invece ne ha fatti cinque gol e Nestorovski ha messo a segno  una tripletta.

Gotti ha recuperato  Sema, De Maio e Samir. Tutti a disposizione quindi ma con una formazione che non dovrebbe cambiare di molto se non con l’ex Bologna che potrebbe giocare in difesa con Nuytinck ed Ekong. Per il resto nessuna novità con Okaka e Lasagna ancora coppia davanti, anche se Nestorovski rimane in lizza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy