GdS: “Il Verona rallenta a Udine”

GdS: “Il Verona rallenta a Udine”

Una buona Udinese tiene in scacco l’Hellas, che si divora il gol partita con il centrocampista ma allunga a 9 la serie positiva. Per i bianconeri è solo il 2° punto nelle ultime 5 partite

di Redazione

L’analisi della  Gazzetta dello Sport:

Finisce 0-0 tra Udinese e Verona. A distanza di un turno di campionato cambia poco o nulla per le due squadre. Gotti parte con Mandragora al posto di Jajalo in regia nel 3-5-2, mentre Juric conferma il pacchetto base che ha ribaltato la Juve.

L’Hellas, sesto in classifica, mira a mettere sotto pressione la Roma mentre i friulani puntano ad allontanarsi dalla zona calda. Il primo affondo è del Verona all’8’: scambio Borini-Verre e l’ex milanista obbliga Musso a deviare in corner. La prima risposta udinese è una punizione di Mandragora alta di non troppo. Il Verona concede la prima mossa all’Udinese, ma quando riparte è velenoso. Lazovic recupera palla, si lancia nello spazio servito da Borini che poi lo accompagna e calcia con Musso che respinge in maniera goffa. Il pezzo forte del primo tempo arriva al 43’: angolo di Veloso, Kumbulla di testa obbliga Musso all’intervento d’emergenza subito ripetuto per anticipare Verre a pochi centimetri dal gol.

Il secondo tempo si trascina sonnecchiante fino al 17’ quando Stryger Larsen si accentra da destra e con il sinistro calcia: tiro innocuo. Il gol di de Paul del 20’ è cancellato dalla Var per fuorigioco di Lasagna. E’ il buon momento dell’Udinese a ravvivare il secondo tempo, anche se il tiro di Lasagna da posizione invitante finisce altissimo. Poi lo stesso numero 15 dell’Udinese di testa chiama Silvestri alla deviazione in corner. Al 75’ l’occasione d’oro per il vantaggio ospite: Zaccagni tentenna spalle alla porta – sguarnita dopo l’uscita di Musso – e invece di servire Borini per una conclusione facile facile, si mangia un gol già fatto con salvataggio sulla linea di Strynger. Il resto del match scivola via fino al 42’ quando Kumbulla sul primo palo quasi trasforma un corner nel “magic moment”. Finisce 0-0, l’Udinese infila il secondo pareggio di fila e l’Hellas allunga la striscia positiva a 9 gare. A prescindere dai risultati, resterà sesto in classifica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy