Messaggero Veneto: De Paul, croce e delizia così all’Udinese non serve

Messaggero Veneto: De Paul, croce e delizia così all’Udinese non serve

Il numero 10 impalpabile a Firenze: il problema è di atteggiamento non di posizione in campo
Tudor ha già detto la sua, al rientro dalla nazionale il dt Marino dovrà toccare le corde giuste

di Redazione

Apertura del Messaggero Veneto dedicata a De Paul.

Può sembrare paradossale che il suo giocatore sulla carta più forte stia diventando un problema per l’Udinese, ma a dirlo sono le prime sette giornate di campionato. Rodrigo De Paul ne ha giocate quattro, di cui tre da titolare. È ancora troppo presto per tirare delle conclusioni ma dopo la sosta, a partire dalla gara casalinga con il Torino, il ragazzo di Sarandì fare bene a darsi una mossa perché quello che si è visto sinora e in modo particolare a Firenze non va bene e una società che sta 25 anni in serie A merita qualcosa di meglio dal suo giocatore più rappresentativo.Come vedete qui a fianco, la critica si è divisa nei giudizi sulla prestazione dell’argentino a Firenze. Chi, come il nostro giornale gli ha dato una pesante insufficienza e chi come per esempio il Corriere dello Sport lo ha salvato con un 6 «perché ha effettuato tre degli otto tiri dell’Udinese verso lo specchio della porta». Quali tiri, verrebbe da chiedersi? Quelli finiti in curva Fiesole e Campo di Marte? Noi sposiamo in pieno le parole di Tudor che in merito a una precisa domanda fatta da un giornalista fiorentino («Immaginiamo sia rimasto soddisfatto della prestazione di De Paul…») ha risposto: «No, non sono contento. Deve dare di più, è un campione e una giornata così può capitare, ma deve essere bravo a cancellarla e pensare alla prossima partita». Il tecnico non si era fermato lì. A una domanda sulla difficoltà dell’Udinese a creare occasioni aveva aggiunto: «Bisogna cambiare qualche abitudine che non è facile cancellare. Ci vuole umiltà quando si fanno certe giocate». Il riferimento al diez è sembrato lampante. L’assist troppo lungo per Sema effettuato con una traiettoria ad arco quando un tocco semplice di piatto sarebbe stato molto più efficace è l’episodio più evidente ma non l’unico. C’è chi cercando di fornire un’alibi a De Paul ha tirato in ballo la posizione: da mezzala non rende, deve fare la mezza punta o giocare alto a sinistra per rendere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy