Messaggero Veneto: De Paul, troppe distrazioni per i gusti dell’Udinese

Vivono d’amore e d’accordo De Paul (il giocatore De Paul) e l’Udinese (la società Udinese). Sulla carta.

di Redazione

Apertura del Messaggero Veneto su De Paul e le sue distrazioni mercato:

(…) Che è essenzialmente quella sulla quale è stato siglato il rinnovo del contratto fino al 2024, a metà dello scorso mese. Ma non è che il rendimento del numero 10 bianconero sia migliorato in termini di continuità nelle ultime partite, quello che l’Udinese (la squadra Udinese) vorrebbe vedere soprattutto in occasioni come l’ultima a Marassi, dove i bianconeri hanno dimostrato di non avere la leadership necessaria per matare un’avversaria diretta.ManovreSubito dopo la chiusura della finestra estiva del mercato – ha svelato recentemente lo stesso Don Rodrigo – il club e l’entourage del giocatore hanno raggiunsero l’accordo per l’estensione del contratto con un ritocco verso l’alto in termini di ingaggio. Adesso l’argentino guadagna circa un milione di euro a stagione e nei piani dell’Udinese, questo adeguamento dovrebbe permettergli di non ascoltare le proposte che gli arriveranno da qui al termine del campionato. Insomma, è stato un contratto all’insegna del “do ut des”, avrebbero detto i latini. Io di aumento lo stipendio, tu fine al raggiungimento dell’obiettivo, una salvezza tranquilla, non ti fai distrarre dalle sirene del mercato. Tutto bene, un piano adeguato agli scenari attuali di un calcio che vive di continue indiscrezioni e ipotesi di cessione. Il punto è che se De Paul stesso non pare interessato troppo alle voci che lo danno nel mirino dell’Inter che vuole accontentare già a gennaio Antonio Conte che recentemente si è lamentato per la scarsa profondità della rosa nerazzurra. E allora da dove nasce l’ipotesi di un trasferimento invernale? Dal lavorio dei procuratori di Don Rodrigo, Leandro Pereiro e Augustin Jimenez. I due, per non restare spiazzati come la scorsa estate, stanno tessendo la tela di un affare in uscita per l’Udinese, consapevoli che Gino Pozzo vuole almeno 30 milioni di euro per far partire il suo numero 10. E dove trovarli se non da squadre da Champions come l’Inter? (…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy