Messaggero Veneto: «Nestorovski uomo d’area: vive per il gol»

Messaggero Veneto: «Nestorovski uomo d’area: vive per il gol»

Tedino ex tecnico del Pordenone che l’ha allenato a Palermo
svela le caratteristiche tattiche dell’attaccante macedone

di Redazione

L’apertura del Messaggero veneto su Nestorovski visto da  Bruno Tedino.

«Nestorovski vive per il gol, è un grande realizzatore e un attaccante molto forte all’interno dell’area di rigore, ma non chiedetemi se è meglio farlo giocare da prima o da seconda punta perché non sono io l’allenatore dell’Udinese». Bruno Tedino si ferma qui, ma le poche parole spese dall’ex allenatore sul macedone, avuto a Palermo un paio di anni fa, bastano per abbozzare il ritratto del nuovo goleador bianconero a cui Igor Tudor dovrà trovare ruolo e compagno. Nestorovski sarà il principale concorrente a Lasagna e quindi giocherà da solo come prima punta nel 3-4-2-1, il modulo a una sola punta di ruolo su cui finora ha lavorato il tecnico croato? Oppure Ilija troverà un partner, costringendo magari Tudor al possibile ritorno al 3-5-2, nel modulo che Tedino, passato da poco alla guida del Teramo in serie C, utilizzava a Palermo?Prime usciteA queste domande risponderà Tudor, che intanto ha già schierato il macedone in coppia sabato con Teodorczyk, nel 3-5-2 varato con il Cjarlins Muzane. Risultato? Nestorovski ha segnato due gol da vero predatore d’area di rigore, con due conclusioni di prima e ha pure dimostrato di non essere un ingordo egoista, facilitando il compagno di reparto, creando anche gli spazi giusti con movimenti logici e un notevole senso del tempo per dettare la giocata in fase realizzativa. Bene quindi i primi 90′, ma una buona impressione Ilija l’aveva data anche nella manciata di minuti col Borussia Dortmund, quando aveva fatto l’esordio sullo 0-4, palesando carattere e grinta, dimostrando di non accettare passivamente la sconfitta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy