Messaggero Veneto: Nuovo allenatore: l’Udinese fa catenaccio

Messaggero Veneto: Nuovo allenatore: l’Udinese fa catenaccio

Udinese, Marino e Ballardini le piste più credibili

di Redazione

L’apertura del Messaggero Veneto sul toto allenatori.

Verrebbe da dire che l’Udinese, in merito alla scelta del nuovo allenatore, sembra la difesa bianconera delle prime sei giornate: farle gol è difficilissimo. Avesse continuato a prendere gol con il contagocce Igor Tudor sarebbe ancora sulla panchina friulana e invece ieri mattina il tecnico croato è stato esonerato ed è partita subito la caccia al nome del suo successore. Al termine di una giornata convulsa e ricca di voci più o meno credibili, non è nemmeno facile tirare le somme. «Ne parliamo lunedì dopo la gara con il Genoa», il ritornello che è uscito a ritmo costante dagli uffici della sede bianconera. Nessuno parla, nessuno si sbilancia. Ai nomi che erano usciti nella giornata di giovedì (Gattuso, Guidolin e Carrera) se ne sono aggiunti altri più o meno credibili. Non trova conferme, per esempio, la pista che porta a Walter Zenga reduce peraltro da due esperienze negative con Crotone e Venezia. Un contatto tra le parti ci sarebbe stato, ma sono altri i nomi nella testa di Pozzo. Il primo è quello di Pasquale Marino. Il tecnico siciliano, che in estate, prima del fallimento, aveva firmato per il Palermo, è molto stimato da Gino Pozzo che vedrebbe di buon occhio un suo ritorno in Friuli. Non è sintonizzato sulle stesse frequenze patron Gianpaolo, spalleggiato, pare, dal dg Collavino. Un altro ex è Stefano Colantuono con il quale il responsabile dell’area tecnica Pierpaolo Marino ha lavorato con profitto all’Atalanta. Marino vedrebbe decisamente di buon grado questa soluzione, un po’ meno i Pozzo.Non è un ex, ma è apprezzato per come lavora, Davide Ballardini, uno che non sa vendersi bene ma che ha sempre portato in acque sicure le barche che gli sono state affidate. Lo scorso anno il suo Genoa partì fortissimo e quando Piatek segnava a grappoli c’era lui sulla panchina rossoblù prima del litigio con Preziosi che portò al suo esonero.Un capitolo a parte meritano i due nomi più “nobili” sul mercato: Francesco Guidolin e Rino Gattuso. Il primo è sicuramente il più amato dai tifosi, ma con la proprietà si è lasciato male. Verso Castelfranco non è partita alcuna telefonata. (…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy