Messaggero Veneto: Perica o Thereau questo il dilemma

Cyril ha classe ma non è al top, Stipe garantisce corsa e fisico

di Redazione

Apertura del Messaggero Veneto sulla scelta tra Thereeau e Perica.

Il tempismo è uno degli ingredienti del calcio. Anche quello parlato. Così nel momento del rilancio di Stipe Perica al posto di Thereau, mentre Gigi Delneri medita sul da farsi in visita della trasferta di Pescara, se riproporre la mossa anti-Juve o rimettere in pista il “signor Cirillo”, ecco ritornare ai microfoni Iachini. In definitiva uno che credeva in Perica, due gol con Beppe barete, compreso quello vincente a San Siro contro il Milan. «L’Udinese ha ragazzi interessanti con cui avevo instaurato un ottimo rapporto», ha raccontato a margine del premio “La clessidra”, in quel di Sansepolcro, nel cuore degli Appennini, i suoi monti: «L’Udinese ha ragazzi interessanti con cui avevo instaurato un ottimo rapporto». Scenario. Perica è uno di questi, laddove Thereau era finito tra gli sfiduciati: «Serviva tempo. Sette partite sono state poche, nelle stesse giornate l’Udinese nel ritorno ha fatto 4 punti e all’andata 7. Resto convinto che la squadra con me poteva fare un campionato giusto», ha concluso Iachini mettendosi a confronto – in termini numerici – con il successore Delneri. A livello di organizzazione tattica, tuttavia, Gigi da Aquileia ha dato un’anima alla squadra che resta invece sempre altalenante sotto il profilo del carattere, delle motivazioni. Per questo l’allenatore friulano spera di dare vita a un altro ciclo positivo, dopo quello che a dicembre, con tre vittorie e un pareggio in quattro gare, gli ha permesso di fare un salto in qualità anche in classifica, salvo poi fermarsi, complice il calendario a dir poco complicato, tra gennaio e febbraio. Insomma, Pescara è una tappa fondamentale per il finale di questo campionato, come ha detto lo stesso Delneri ospite ieri dei tifosi del club di Villa Vicentina.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy