Messaggero Veneto: Rebus Udinese, dove mettere questo Fofana?

Messaggero Veneto: Rebus Udinese, dove mettere questo Fofana?

Da mezzala rischia troppo, da trequartista ha poca tecnica
adesso con il ritorno di De Paul potrebbe finire in panchina

di Redazione

Apertura del Messaggero Veneto dedicata a Fofana.

Se chiedete a uno dei ventimila che erano allo stadio Friuli la scorsa domenica vi risponderà: «In panchina». Perché Seko Fofana ha fatto infuriare un po’ tutti contro il Bologna, quando ci si aspettava qualità nelle ripartenze per chiudere il conto con i rossoblù spezzando l’assedio dell’ultima mezz’ora. Niente da fare: il franco-ivoriano non mai risucito a metter i sequenza uno stop e un pizzico di sapienza calcistica come avrebbero voluto i tifosi bianconeri con il cuore in gola. Tutto è bene quel che finisce bene avrebbe detto anche William Shakespeare, ma il problema Fofana resta e va risolto per arricchire l’Udinese sotto il profilo squisitamente tattico. La domanda è quindi d’attualità e al quiz partecipa Igor Tudor: dove mettere il buon Seko?Il ruoloIl tecnico di Spalato apprezza non poco l’africano nato a Parigi 24 anni fa e cresciuto nel Lorient. L’ha utilizzato in modo massiccio fin dal primo arrivo in Friuli per l’operazione salvezza del 2018, tanto che Fofana siglò proprio il gol che valeva la serie A nell’ultima giornata di quel campionato contro il Bologna. E lo scorso maggio quando il centrocampista gettò la spugna per colpa di un problemino muscolare sottolineò l’assenza mettendola nella lista delle avversità. Il nodo di questa estate, plasmando la squadra, è rappresentato dal vero ruolo di Seko. Nell’ambito nel 3-5-2 dovrebbe fare la mezzala, ma nel ruolo il numero 6 ha avuto, anche ultimamente, degli imbarazzi: prendete per esempio la gara con il Parma, entra in campo sull’1-1, al posto di Mandragora e nel giro di qualche minuto partorisce un retropassaggio sul quale gli emiliani banchettano e concludono l’azione con il gol del sorpasso.FINTO TREQUARTISTACosì spesso e volentieri Tudor gli chiede di “staccarsi” dal centrocampo per aggiungersi all’attacco, giocando tra le linee, come si suol dire. Gli chiede di fare il trequarista, a volte uno dei due trequartisti quando il modulo dell’Udinese è il 3-4-2-1.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy