MV: “L’Udinese e il tabù viola: a Firenze ha già fatto 13”

L’analisi in casa bianconera nell’edizione di oggi 24 ottobre del Messaggero Veneto

di Redazione

L’analisi in casa bianconera nell’edizione di oggi 24 ottobre del Messaggero Veneto:

“Dicono che i record sono fatti per essere battuti e le serie (positive e negative) per essere interrotte. All’Udinese, quando i bianconeri si apprestano a mettersi in viaggio verso Firenze, se lo vanno ripetendo da dodici anni. Tredici partite perse una di fila all’altra sono davvero tante. La prima beffa è arrivata il 22 novembre del 2008. L’Udinese aveva chiuso il primo tempo in vantaggio per 1-0. Nella ripresa fu tutta un’altra storia con la Viola che ne fece quattro (due addirittura Montolivo, uno che la porta non la vedeva molto). L’ultima voltaQuel ko arrivò un anno e undici giorni dopo l’ultima vittoria dell’Udinese. Era l’11 novembre del 2007, tutte le partite cominciarono con dieci minuti di ritardo per la morte del tifoso della Lazio Gabriele Sandri colpito da due spari partiti dalla pistola dell’agente di polizia Luigi Spaccarotella in autogrill vicino ad Arezzo. Di Quagliarella e Di Natale le reti friulane inframezzate dal momentaneo pareggio di Pazzini. La sconfitta più dolorosa di tutte e forse anche più immeritata non arrivò in campionato ma nella semifinale di Coppa Italia. L’Udinese aveva vinto 2-1 all’andate e nel ritorno fu sconfitta 2-0 creando molte più occasioni dei padroni di casa. Un colpo di testa di Di Natale finito sulla traversa, una occasione per Widmer, ma soprattutto le due di Muriel nel finale che se sfruttate avrebbero portato ai tempi supplementari. Il totale dei gol subiti è di 35, appena dieci quelli messi a segno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy